scritto il 3 dicembre 2016

Dopo aver esposto problematicità e rischi della riforma costituzionale, con particolare riferimento a natura e funzioni del nuovo Senato, il costituzionalista Ettore Palazzolo completa oggi l’analisi del testo di revisione costituzionale che sarà oggetto di referendum. Al vaglio la riforma del Titolo V e gli strumenti di democrazia diretta. In chiusura una riflessione conclusiva.

La riforma del Titolo V della Costituzione, che definisce il rapporto tra Stato e Regioni (ed Enti locali)

a) Viene modificata la Leggi il resto… »

Tags: , ,

scritto il 1 dicembre 2016

“Una modifica della Costituzione piuttosto confusionaria e in alcuni aspetti, potenzialmente pericolosa“.  Alla vigilia del voto referendario così la definisce il costituzionalista Ettore Palazzolo, che propone oggi una analisi del ‘nuovo’ Senato mettendo in luce ambiguità e potenziali rischi.

Ecco i punti segnalati come più problematici e le falsità inerenti ad alcuni di essi:

1. Il preteso risparmio

Il Presidente del Consiglio, Renzi, insiste spesso su un Leggi il resto… »

Tags: , ,

cassonettiDisservizi nella zona Sud di Catania, e -a onor del vero- in molte altre parti della cittò, segnalati all’assessore del ramo e rimasti fino ad ora senza riscontro.

A denunciarli una residente del Villaggio Sant’Agata, che ha scritto all’assessore D’Agata. Non avendo avuto risposta, l’ha reinviata dopo qualche giorno, sia al suo indirizzo personale sia a quello istituzionale.

Dalla segreteria dell’assessore ha ricevuto la richiesta di un numero di telefono perchè l’assessore intendeva contattarla personalmente.

Non avendo però Leggi il resto… »

Tags: , , , ,

scritto il 27 novembre 2016

Spazzatura in piazza Carlo AlbertoE’ sabato sera ed è la notte dei musei, visitabili gratuitamente o a prezzi ridotti. Sono aperti fino a tardi anche i negozi. La via Etnea, piazza Duomo e altre strade del centro sono illuminate e affollate.

L’altra Catania è a poche decine di metri. Rifiuti sparsi e maleodoranti costellano ancora – intorno alle ore 22 – piazza Carlo Alberto, dove si è chiuso il mercato pomeridiano.

E’ il regno della sporcizia e dell’incuria. Cartoni, sacchi neri, cassette, rifiuti organici, abbandonati al centro e ai bordi della piazza, raccontano il fallimento dell’ordinanza del sindaco Bianco che doveva segnare l’avvio della raccolta differenziata.

Firmata il 12 settembre scorso si prefiggeva l’obiettivo della diminuzione dei rifiuti conferiti in discarica e l’innalzamento della percentuale di differenziata, oltre alla salvaguardia dell’igiene e della salute dei cittadini. E naturalmente del decoro della città.

Nell’ordinanza vengono indicati i divieti (abbandono indiscriminato di rifiuti) e gli obblighi dei titolari degli esercizi commerciali, compresa la “rimozione di ogni forma di rifiuto (carta, tovaglioli, bottiglie, pacchetti e mozziconi di sigarette, etc.) lasciato a terra dagli avventori nell’area antistante il proprio esercizio”.

Non manca la promessa di un incisivo controllo da parte delle autorità competenti né la minaccia di multe salate, fino ai 500 euro.

Tutto lettera morta. Per rispettive responsabilità di esercenti e amministrazione?

Fatto sta che di decoro non c’è neanche l’ombra, neanche nella notte dei musei in cui
la città dovrebbe esprimere il meglio di sé.
notte dei musei e della spazzatura

Tags: , , ,

panchine rosse
Panchine tinte di rosso nella giornata mondiale contro la violenza sulle donne, non solo a Catania ma in tutta Italia.

E’ questo il gesto simbolico scelto per ricordare le vittime di femminicidio e di altre forme di violenza. Rosso come il sangue ma anche come il cuore che batte o come il filo della memoria.

Solo un gesto eclatante, un po’ fine a se stesso e a cui si può facilmente plaudire, tanto costa poco e impegna poco al cambiamento? E’ un rischio sempre in agguato, in queste occasioni.

Le difficoltà vengono spesso dai Leggi il resto… »

Tags: , , , , ,

villa_fazioDopo 5 mesi dalla scadenza ufficiale del contratto, non si sa ancora nulla del bando relativo al nuovo affidamento di Villa Fazio.

L’affidamento precedente risale al maggio 2014, quando prese avvio, con un anno di ritardo, il progetto PISU “Polo educativo Librino”. Per lo svolgimento del progetto, la sede di Villa Fazio fu assegnata con Leggi il resto… »

Tags: , , ,

Brusa, convegno storiaA che serve la storia? In una società come la nostra in cui la velocità, sul modello delle macchine, diviene sempre più il parametro fondamentale per misurare le prestazioni umane, prima ancora di chiedersi, quale storia insegnare bisogna forse avere il coraggio di porsi questa domanda radicale.

Se la sono posta i partecipanti al convegno del 14 novembre su “Storia e cittadinanza. Contenuti e metodi tra ricerca e didattica“.

Promosso dal Leggi il resto… »

Tags: , , ,

scritto il 19 novembre 2016

Una presenza viva nel nostro territorio, sempre attenta a ricordare i valori della solidarietà e del rispetto dell’ambiente. Parliamo di Mani Tese, l’associazione della quale più volte Argo si è occupato, sia per l’impegno profuso nel quartiere di Monte Po sia per il mercatino dell’usato, attivo ormai da anni nella sede di Via Montenero 8.

Da martedì scorso, 15 novembre, giorni e orari di apertura del mercatino sono Leggi il resto… »

Tags: , ,


Cosa può accadere in un quartiere con un alto tasso di abbandono e di dispersione scolastica quando la sua unica scuola rischia di chiudere?

La domanda è della massima importanza per il futuro del quartiere Antico Corso e rilevante per tutta la città di Catania, a partire da quello che sta accadendo alla scuola Manzoni.

A fine ottobre, in sede di Leggi il resto… »

Tags: , , , ,

villa NittaGrandi pulizie, nuovo asfalto, cura straordinaria del verde in questi giorni a Librino, attorno a villa Nitta e lungo il percorso previsto per le autorità nazionali e locali che oggi hanno partecipato alla inaugurazione del nuovo commissariato di polizia a Librino.

Perchè riservare la pulizia alle grandi occasioni e rendere più bello il nostro quartiere solo quando vengono persone importanti da fuori? si chiedono i cittadini. Forse noi, gente comune che in Leggi il resto… »

Tags: , , ,

'