sogno_shakespeareCi sarà un motivo se nelle scuole si attivano sempre più spesso dei laboratori teatrali. E non è solo la ricerca di visibilità da parte di dirigenti e consulenti…

Il fare si dimostra sempre il più efficace dei metodi di apprendimento. Facendo teatro i giovani imparano davvero. Imparano a conoscere i testi letterari, a conoscere se stessi, ad interagire con gli altri, a rispettare le regole e le scadenze. Imparano la creatività, l’autocontrollo, la pazienza. Provano emozioni intense senza bisogno di ricorrere a comportamenti trasgressivi. “Quando sei in scena dimentichi chi sei e non vedi il pubblico: in quel momento senti solo il confluire di emozioni diverse: paura, aggressività, felicità, determinazione…” (Enza).

Tra le varie esperienze, spesso di notevole spessore, vogliamo segnalare quella condotta all’interno dell’Istituto Professionale Lucia  Mangano, perchè ha una sua originalità. Tra i giovani attori, infatti, vi sono alcuni ragazzi diversamente abili, ai quali questa esperienza ha dato la possibilità di mostrare, a se stessi e agli altri, quanto valgano.

Anche a questo serve fare teatro: a scoprire e a valorizzare le differenze.

Lo spettacolo “La lunga notte del potere” sarà presentato stasera al Teatro Piscator (vedi Eventi)

Be Sociable, Share!

Tags: , ,


Lascia un commento

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>