firma21“Perchè lo spirito vi tenga svegli”. E’ il titolo che  padre Giorgio Butterini, frate cappuccino di Trento, ha dato alla mail con cui ha voluto diffondere la sua posizione di critica a decreto legge, appena approvato dalla Camera, che prevede un controllo governativo su Internet,  rischiando di “far diventare l’Italia come la Cina e la Birmania.”  Il religioso conclude il suo messaggio dicendo “E’ ora di svegliare le coscienze addormentate degli italiani. E’ in gioco davvero la democrazia!!!

Non è certo l’unico a porre il problema. Con questa legge, dice Marco Pancini, responsabile per le relazioni istituzionali di Google in Italia, “un blogger amatoriale viene equiparato come responsabilità al direttore responsabile di un qualsiasi quotidiano nazionale”, aggiungendo che “ai gestori di siti, pagine web e blog amatoriali non dovrebbero essere richiesti adempimenti propri dei mezzi di informazione professionali e quindi sproporzionati rispetto ad attività di tipo amatoriale o comunque non lucrative“.

Convinti  del fatto che oggi Internet rappresenta uno strumento libero di informazione che deve essere difeso, invitiamo i nostri lettori a firmare l’appello lanciato da Repubblica

I giornali hanno il dovere di informare perché i cittadini hanno il diritto di conoscere e di sapere. La nuova legge sulle intercettazioni telefoniche è incostituzionale, limita fortemente le indagini, vanifica il lavoro di polizia e magistrati, riduce la libertà di stampa e la possibilità di informare i cittadini. Per questo va fermata.

Per firmare, vai al link

http://www.repubblica.it/speciale/2009/appelli/dovere-di-informare/index.html

Be Sociable, Share!

Tags: , , ,


Lascia un commento

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>