strisce_blu

Le strisce blu furono istituite per rendere più fluido il traffico nel Centro Storico eliminando la possibilità di soste prolungate. Sin dall’inizio, fu evidente che, in assenza di un piano generale sulla mobilità, le strisce sarebbero servite ad altro, ne è prova il fatto che, pagando di più, si può prolungare a proprio piacimento (o necessità) la sosta. Le strisce, estese ben al di là del Centro Storico, rispondono, oggi, a due sole necessità: garantire introiti sempre maggiori e mantenere in vita la società Sostare.

Comincia, tuttavia, a serpeggiare disagio e scontento da parte degli utenti.  Se ne sono fatti interpreti alcuni rappresentanti del Consiglio Comunale, appartenenti a diversi partiti. Ne è scaturito un comunicato “trasversale”, pubblicato da La Periferica il 3 settembre 2009,  Incremento strisce blu, i Consiglieri esprimono preoccupazione

Forte preoccupazione viene manifestata dai Consiglieri comunali: Nello Cimino (Vice Presidente Commissione Partecipate – MPA), Francesco Montemagno (Capogruppo PD), Carmelo Sofia (Vice Presidente Cons. Com. – PD), Francesca Giuffrida (MPA), Giovanni Marletta (MPA), Carmencita Santagati (PDL), Antonino Sciuto (UDC), Lanfranco Zappalà (PD) sull’aumento indiscriminato degli stalli adibiti alla sosta a pagamento nella nostra città.
La società Sostare, sulla scorta di alcune vecchie delibere di Giunta che non rispondono più alle esigenze del territorio ed alle aspettative dei catanesi, ha operato un piano di distribuzione degli stalli con una forte concentrazione in una ristretta area della città.
I Consiglieri, pur comprendendo l’utilità delle strisce blu che consentono di evitare la sosta prolungata, non condividono le modalità ed i criteri utilizzati dagli uffici comunali per la loro individuazione.
E’ auspicabile che venga adottato il “ piano urbano del traffico “ per consentire una nuova perimetrazione ed un piano di assegnazione degli stalli rispondente alle esigenze dei cittadini che, in una città priva di parcheggi, si vedono costretti ad infrangere le regole.
I Consiglieri ritengono che il massiccio incremento di stalli, soprattutto in alcune zone, non rispetta l’equo rapporto tra sosta libera ed a pagamento penalizzando e vessando i tanti catanesi ivi residenti.
Una città in cui è in costante aumento il flusso migratorio dai comuni dell’interland, i trasporti (A.M.T.) presentano storici limiti, i parcheggi scambiatori non vengono adeguatamente utilizzati, appare evidente che gli unici colpiti sono sempre e solamente i catanesi.
I Consiglieri, chiedono al Sindaco di affrontare, con grande senso di responsabilità, l’intera questione, affinchè la stessa non assuma le dimensioni di una più ampia problematica sociale
.”

Be Sociable, Share!

Tags: , ,


Lascia un commento

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>