Partito della Rifondazione Comunista
Federazione di Catania

COMUNICATO STAMPA

Il  rinvio a giudizio dell’ex sindaco Scapagnini, dell’ex responsabile del servizio di Ragioneria, Vincenzo Castorina, e di  tredici ex assessori di diverse giunte di centrodestra, dimostra, se ancora ve ne fosse bisogno, le gravi responsabilità degli amministratori che, negli ultimi 10 anni,  hanno causato il drammatico buco finanziario che ha messo in ginocchio la città.
Il GUP, infatti, ha ritenuto di potersi svolgere un processo per falso ideologico, accusando Scapagnini, il ragioniere generale e gli assessori comunali di aver sottoscritto gli atti dei bilanci, con la piena consapevolezza della inattendibilità delle cifre e del deficit finanziario che si andava così determinando.
Oggi, a distanza di anni, la vicenda del buco finanziario al comune di Catania non può certo dirsi irrisolta.
Dopo a 20 mesi dalla elezione del sindaco Stancanelli, i catanesi ancora attende i 140 milioni di euro promessi solo a parole dal governo Berlusconi, mentre la città continua a vivere gli anni più bui del dopoguerra, con servizi sempre più dequalificati, sfratti per morosità del comune, nomine di commissari ad acta richiesti dai debitori stanchi di attendere nonché la quotidiana riscoperta di debiti fuori bilancio, che solo nell’anno 2009 sono arrivati a 50 milioni di euro.
Tutto ciò, secondo recenti sondaggi, fa di Stancanelli il sindaco più impopolare d’Italia, un sindaco che fa pagare quotidianamente ai cittadini catanesi  una grave ed irreversibile crisi finanziaria e che si ostina a non voler dichiarare lo stato di dissesto, sola misura che darebbe certezze a creditori e lavoratori, con l’azzeramento degli sprechi clientelari, come le tante consulenze e le inutili municipalità, che hanno contribuito a determinare il buco finanziario da un miliardo di euro,

Partito della Rifondazione Comunista
Federazione di Catania

Il responsabile politiche comunali, Marcello Failla
Il segretario provinciale PRC, Pierpaolo Montalto

Be Sociable, Share!

Tags: , , ,


One Response to “Rifondazione Comunista su rinvio a giudizio di Scapagnini e altri”

  1. Siamo gia’ al 31 Marzo…..come’ finita col processo??
    mi sa’ tanto che non accadra nulla..questa gente non paga mai.

    quelli che pagano sono i poveri cristi, gente comune,ragazzi arrestati
    bastonati e uccisi in carcere per essere stati sorpresi
    a fumare uno spinello…

    ma quando si tratta di politici, meglio se di destra…i processi
    tendono a morire…a finire in prescrizione.

Lascia un commento

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>