copertina SpegniLoSpreco_HiRes

È stato pubblicato di recente presso le Edizioni Terre di Mezzo il volume didattico Spegni lo spreco… Accendi lo Sviluppo, Viaggio nel Sud e nel Nord dell’energia, a cura di Mercedes Mas e Rosita Folli. Il volume nasce a corredo dell’esperienza di Spegni lo spreco… Accendi lo Sviluppo, una campagna in favore dell’equità energetica tra Nord e Sud del mondo, organizzata dalle associazioni italiane CO.P.E., Energetica, Oltreilconfine, Tamburi di pace e finanziata in parte dall’Unione Europea. La campagna ha come fine quello di promuovere modelli di comportamento più sostenibili e equi in relazione al Sud del Mondo, in particolare per quanto riguarda il consumo di energia e risorse, favorendo relazioni Nord-Sud più giuste, nella consapevolezza che l’accesso all’energia è uno dei nodi fondamentali nel bisogno di equità fra i popoli e di sostenibilità per il pianeta.

Uno degli obiettivi della campagna è la creazione di una banca dati di esperienze sostenibili in giro per il mondo, con nomi, indirizzi, dati essenziali, così da promuovere la collaborazione e lo scambio di buone pratiche fra organizzazioni italiane, europee e del Sud del mondo, relativamente a “conservare alimenti, costruire, cucinare, illuminare, pompare acqua, potabilizzare acqua, produrre energia elettrica, produrre gas, produrre macchinari semplici, purificare l’aria, trattare rifiuti”. Chiunque può segnalare esempi al sito www.spegnilospreco.org . Applicare le tecnologie semplici, economiche ed ecologiche studiate per le zone in via di sviluppo è possibile ovunque, anche nei paesi ricchi come il nostro, e in Sicilia, forse, risolverebbe più di una magagna.

Tra le attività promosse, una mostra–laboratorio itinerante, occasione per ragazzi, insegnanti, genitori per capire e agire nell’interdipendenza del Nord e il Sud del Mondo e riflettere sulla necessità di nuovi modelli di comportamento e di organizzazione sociale nella produzione e nel consumo dell’energia e nell’uso delle risorse e nella ricerca di fonti sostenibili.

Dall’esperienza della mostra è nato il libro, che offre attività dinamiche, informazioni e buone pratiche per attuare oggi un cambiamento necessario: contrarre i consumi del ricco Nord del mondo e soddisfare i bisogni di tutti, avendo cura del pianeta. Si tratta di un manuale ricco di spunti pratici, utile a scuola e fuori dalla scuola per parlare di sostenibilità con ragazzi dai dieci ai sedici anni.

Potete chiedere il libro al COPE (Cooperazione Paesi Emergenti) cope@cope.it, tel. 095/317390. Vi verrà spedito con un contributo minimo di 10.00. Oppure contattare una delle quattro organizzazioni locali (a Roma, in Lombardia e in Sicilia) del progetto che trovate sul sito www.spegnilospreco.org

Be Sociable, Share!

Tags: , , , , , , , ,


One Response to “Spegni lo spreco … Accendi lo sviluppo”

  1. E’ facile commentare. E’ difficile intervenire per evitare il danno. In tema ambientale ho potuto constatare quanto siano inutili i proclami di legambiente o del Fondo della Natura o del WWF. Un caso eclatante è dato dall’espropriazione delle spiagge di Catania . Sono tutte date in concessione e chiuse al godimento pubblico. Bisogna lottare per renderle libere alla fruizione del pubblico.Con l’ultima legge mille proroghe pare che le concessioni siano state prorogate. Bisogna chiedere invece che il cittadino possa godere direttamente dei beni demaniali essenziali e priomari come sono le strade, le piazze e le rive del mare e dei fiumi.Per raggiungere l’obbiettivo bisogna chiedere e poi impugnare. Non occorre vestirsi di viola.Bisogna solo avere buona volontà e conoscere il diritto.Non occorre essere rivoluzionari . E’ sufficiente essere socialdemocratici.

Lascia un commento

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>