Cinquanta scuole catanesi in rete per la Costituzione italiana e per l’Unità d’Italia. E’ un progetto di Antonio Presti, presidente della Fondazione “Fiumara d’Arte” per l’anno 2010/2011 che è stato presentato giorni fa al liceo classico Cutelli. Tema la Costituione appunto, i ragazzi dipingeranno le 500 bandiere che nell’anno che verrà sventoleranno sui pali della luce dell’asse dei servizi. Non ci saranno solo teli dipinti ma anche foto.

Gli scatti degli studenti catanesi racconteranno gli articoli della nostra Carta e costituiranno poi il nucleo iniziale del museo fotografico di Librino “Terzocchio-Meridiani di Luce” che coinvolgerà 30.000 persone. Su grandi schermi installati davanti alla Porta della Bellezza, si alterneranno le immagini dei catanesi e quelle legate alla Costituzione. I turisti potranno ammirarle durante la notte, dal tramonto all’alba.

“Il messaggio legato ai valori della Costituzione parte dalle scuole – sottolinea Antonio Presti – Dai giovani arriva un invito forte e autentico: bisogna riappropriarsi delle proprie radici culturali, conoscere meglio i propri diritti e i propri doveri. È un’occasione imperdibile che ci porta alla riflessione e che offre anche alle famiglie degli studenti una grande possibilità di confronto e di dialogo. Ogni ragazzo potrà, infatti, parlare della Costituzione non soltanto a scuola ma anche con i propri genitori e fare con essi un percorso di crescita comune”. Altri dipinti (ogni scuola produrrà una tela speciale) saranno poi messi in mostra dal prossimo aprile nei locali dell’Azienda ospedaliera Policlinico-Vittorio Emanuele.

Con la Fondazione Fiumara d’Arte ci sarà un grande maestro, il fotoreporter iraniano Reza che seguirà 100 bambini e alcuni fotografi professionisti. “Sono contento di lavorare a questa iniziativa artistica e di grande impatto sociale – spiega Reza – Ho già visto alcuni scatti dei ragazzi e li trovo veramente molto belli. Credo che ognuno di loro abbia una grande opportunità di crescita. Questo è un progetto che li formerà e che ricorderanno a lungo nella vita”. A maggio poi, ci sarà la grande festa finale a Librino, davanti alla Porta della Bellezza, la monumentale opera in terracotta realizzata dagli oltre 2.000 bambini di Librino. Gli studenti si riuniranno proprio sotto il monumento dedicato alla “Grande Madre” per festeggiare insieme la Costituzione Italiana.

Guarda il post del 22 maggio su Argo, Librino, al vento le bandiere della Costituzione

Be Sociable, Share!

Tags: , , , , ,


Lascia un commento

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>