Cinque ragazze e due ragazzi, una proporzione degna del capolavoro di Boccaccio. Sono gli interpreti della riscrittura del Romeo e Giulietta di Shakespeare, rappresentata sabato 18 nel salone del Gapa, chiamato affettuosamente dai volontari “Gapannone Rosso”.

Lo spettacolo è frutto di un laboratorio teatrale che ha coinvolto diversi giovani, quelli che hanno recitato e altri che hanno abbandonato, ragazzi del quartiere e volontari che ormai sono lo sono “di adozione”, amici meno giovani con maggiore esperienza, tutti insieme a leggere il testo, ad interpretarlo, a suggerire battute, non solo per ridere, ma anche per attualizzare. Di ridere si ride, perché lo spettacolo è divertente, senza essere banale né volgare. E non è poco.

Numeroso il pubblico, e molto vario. Ci sono i parenti e gli amici degli attori, la gente del quartiere e i simpatizzanti dell’associazione, i ragazzini, i giovanotti e le signorine, ma anche le persone anziane. E, alla fine, tutti a battere le mani, a darsi la voce invadendo il palcoscenico improvvisato, come è giusto che accada in un momento di festa.

La replica, prevista per Domenica 19, è stata rinviata per motivi tecnici. Lo spettacolo sarà riproposto domenica 26 dicembre, alle 18 e alle 21, sempre al numero 47 di via Cordai e sempre con il titolo “Io+Te=Amore

Per informazioni visitare il sito del Gapa (http://www.associazionegapa.org/) o telefonare al 3481223253. Il ricavato della vendita dei biglietti servirà a continuare i lavori di restauro del Gapannone.

Guarda il Promo di Sonia Giardina

Be Sociable, Share!

Tags: , , , ,


Lascia un commento

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>