COMUNICATO STAMPA

 

 

 

Con Sentenza n. 759, pronunciata dalla sede di Reggio Calabria del Tribunale Amministrativo Regionale (TAR), è affermata l’illegittimità di costituire classi con un numero di alunni superiore ai venti, in presenza di uno studente con grave disabilità o di due alunni con disabilità. Le classi, dunque, che si trovano in queste condizioni vanno sdoppiate.

E’ necessario estendere questo sacrosanto orientamento di civiltà giuridica in ogni territorio.

Siamo in presenza, infatti, soprattutto nelle regioni meridionali di un grave sovraffollamento delle classi, nelle scuole di ogni ordine e grado, frutto dei selvaggi tagli operati dall’ex ministro Gelmini. Questa situazione oltre mettere a rischio la sicurezza di alunni e insegnanti e a rendere difficile ogni razionale progetto didattico, nuoce gravemente alla prospettiva dell’integrazione scolastica degli alunni con disabilità.

Inoltre si riscontrano diversi casi di classi con tre o addirittura più alunni disabili, tra l’altro con assegnazione d’insegnanti di sostegno assolutamente insufficiente.

A Catania la situazione appare particolarmente pesante perchè gravissimi sono stati i tagli e quindi numerose le situazioni di sovraffollamento; da anni poi gli organici di sostegno vengono falcidiati. La situazione è poi ulteriormente complicata dalla riduzione drastica operata dagli enti locali sul personale con compiti di assistenza igienico sanitaria.

E’ necessario, a partire da questa positiva sentenza, aprire una grande campagnadi denuncia del sovraffollamento e di difesa delle condizioni concrete dell’integrazione scolastica degli alunni con disabilità.

A Catania il circolo PRC/FdS ” Olga Benario” attiva uno sportello di assistenza per le famiglia e gli insegnanti che vogliono denunciare situazioni di sovraffollamento, insicurezza e violazione del diritto allo studio.Per informazioni circolo.olgabenario@libero.it

Luca Cangemi, del coordinamento nazionale della Federazione della Sinistra.

 

Be Sociable, Share!

Tags: , , , , ,


Lascia un commento

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>