“Mi auguro che in parlamento si possa affrontare anche la questione della cittadinanza per i bambini nati in Italia da immigrati stranieri”, Giorgio Napolitano, Presidente della Repubblica.

Mentre la più alta carica dello stato denuncia un’anomalia ‘tutta italiana’ e sottolinea che una più adeguata normativa sullo ius soli permetterebbe di risolvere il problema, permangono nel nostro Paese gli effetti disastrosi prodotti dalla cosiddetta sanatoria truffa.

Un provvedimento che continua a negare a tantissimi migranti il diritto alla libera circolazione ed alla piena regolarizzazione.

“Nella

provincia di Catania – come scrive la Rete Antirazzista Catanese – risiedono circa 26.000 migranti ed oltre 3000 hanno richiesto, nel settembre 2009, di regolarizzarsi come colf o badanti, non essendoci altra opportunità. Ciò ha costretto i lavoratori dell’ agricoltura e dell’ edilizia, i venditori ambulanti a trasformarsi in badanti, vittime del mercato dei contratti in mano alla criminalità organizzata, che li ha derubati ed ingannati.

Dopo oltre 2 anni sono centinaia le pratiche ancora inevase, ed ancor di più le pratiche definite negativamente con motivazioni pretestuose”.

Data questa situazione, migranti e associazioni antirazziste hanno deciso di riprendere la mobilitazione per ottenere:

  • Il rilascio del permesso di soggiorno per chi ha partecipato alla sanatoria truffa e l’ estensione generalizzata della regolarizzazione a tutte le tipologie di contratto e di lavoro autonomo;
  • Il prolungamento del permesso di soggiorno per chi ha perso il lavoro e il ritiro della circolare Manganelli;
  • Il rilascio del permesso di soggiorno per chi denuncia il datore di lavoro in nero;
  • La chiusura di tutti i centri di detenzione per migranti, compreso il megaCara di Mineo;
  • Il riconoscimento del diritto di voto per chi vive in Italia da almeno 5 anni;
  • Il riconoscimento della cittadinanza per chi nasce o cresce in Italia.

Primo appuntamento per la ripresa della mobilitazione: un’ assemblea pubblica che si svolgerà oggi, lunedì 28 novembre, alle ore 18 in piazza Stesicoro a Catania. L’ iniziativa è promossa dal Coordinamento immigrati contro la sanatoria truffa, dalla Rete Antirazzista Catanese e dalla Rete catanese 15 ottobre.

Be Sociable, Share!

Tags: , , , , , , ,


Lascia un commento

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>