Aspettando un loculo. Anche per anni. No, non è una pièce del teatro dell’assurdo ma una tragica realtà. Nel deposito del cimitero monumentale di Messina più di quattrocento bare e altrettanti defunti attendono sepoltura. A denunciare il singolare sovraffollamento è stato Libero Gioveni, consigliere della terza circoscrizione, ma la notizia è stata subito ripresa anche dalla trasmissione della Rai “Codice a barre” condotta da Elsa Di Gati.

La situazione -tragica o grottesca?- rischia di diventare anche più grave. I cattivi odori rendono insopportabile la permanenza di parenti e amici, costretti a frettolose visite e all’adozione di fazzoletti quali improvvisate mascherine.Vengono portati fiori finti per non aggiungere il tanfo di quelli freschi appassiti a quello delle salme. E la situazione si aggrava ogni giorno di più: potrebbe essere emergenza igienico sanitaria. Giudicate voi vedendo il servizio di Emily De Cesare.

 

Video Rai.TV  – Posti esauriti al cimitero

Bare in deposito

Be Sociable, Share!

Tags: ,


One Response to “400 bare in lista d’attesa”

  1. Mi chiedo come mai l’istituzione non si attiva per la realizzazione di un impianto di cremazione, peraltro obbligatorio, venendo cosí anche incontro alla volontá di molti?

Lascia un commento

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>