Dopo l’inabissarsi delle ideologie e la vaporizzazione delle idee, il nuovo trend è il naufragio delle identità politiche.

Il fenomeno che si sta materializzando sui muri della nostra città è il proliferare di manifesti elettorali di singoli candidati che omettono di informare, con un qualche simbolo, per quale schieramento politico intendono correre.

Si tratta sicuramente di un segno dei tempi che tuttavia sta attirando l’interesse di sociologi, politologi e psicanalisti.

Anche Enzo Jannacci, da quell’angolo di paradiso da cui ci osserva col suo sguardo tristemente ironico, ha notato la faccenda e ha voluto riscrivere per noi il testo di una sua famosa canzone.

Quelli che non lo dicono perché …. si vergognano

Quelli che non lo dicono perché …. vogliono fare una sorpresa

Quelli che non lo dicono perché …. basta l’impegno che si vede

Quelli che non lo dicono perché …. hanno paura dei grillini

Quelli che non lo dicono perché …. vogliono sembrare grillini

Quelli che non lo dicono perché …. basta promesse, solo impegno

Quelli che non lo dicono perché …. il cambiamento comincia dai giovani

Quelli che non lo dicono perché …. ci mettono la firma

Quelli che non lo dicono perché …. per dare più valore al loro impegno

Quelli che non lo dicono perché …. cos’è la sinistra? che cos’è la destra?

Quelli che non lo dicono perché …. siamo tutti post-qualcosa

Quelli che non lo dicono perché …. Silvio è dentro di noi

Quelli che non lo dicono perché …. a noi piace la concretezza

Quelli che non lo dicono perché …. non se lo ricordano più

Quelli che non lo dicono perché ……………… non lo sanno nemmeno loro.

Ma forse la verità è una sola: nel tempo della globalizzazione è finalmente arrivato il momento del candidato fungibile, a una dimensione, quello buono per tutte le stagioni.

Be Sociable, Share!

Tags: ,


Lascia un commento

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>