Avete una chitarra, un violino, qualche altro strumento inutilizzato da cui non riuscite a separarvi? Qualcuno vi propone di donarlo a un bambino che non avrebbe modo di acquistarlo ma lo desidera per poter suonare con altri suoi coetanei in una ‘piccola’ orchestra pensata a sua dimensione.

L’invito a regalare uno strumento, anche ‘da studio’, viene da Musicainsieme a Librino, l’orchestra infantile che fa parte del ‘Sistema delle Orchestre Giovanili’, costruito in Italia sul modello di quello venezuelano di José Antonio Abreu, che intende garantire a tutti l’accesso libero e gratuito alla musica, con particolare attenzione ai ragazzini che vivono in situazioni svantaggiate.

Gli strumenti vengono forniti gratuitamente ad ogni bambino ma non sempre il numero degli strumenti disponibili è adeguato al crescente numero di bambini che vorrebbe far parte dell’orchestra.

Ecco perchè quest’anno è nata ‘Re-Play’, questa originale raccolta di strumenti che, già nel nome, promette di fare ri-suonare uno strumento, forse condannato a restare muto, nelle mani di un bambino che potrà trarne gioia arricchendo la sua vita di un’esperienza indimenticabile.

Per chi non avesse nessuno strumento da donare, c’è un’altra possibilità di dare un contributo a questa bella esperienza di educazione, non solo musicale ma anche umana: partecipare ad uno dei concerti previsti per i due prossimi sabati, giorno 7 e giorno 14.

Si tratta di concerti a pagamento, il cui ricavato non andrà agli artisti, che si esibiscono gratuitamente, ma servirà a finanziare le attività del progetto Musicainsieme a Librino.

E’ questo il terzo anno che Musicainsieme propone, nel mese di maggio, una manifestazione finalizzata a raccogliere fondi e acquistare nuovi strumenti, denominata “Uno strumento per amico”.

La rassegna di quest’anno ha in cartellone quattro incontri, due dei quali hanno già avuto luogo. Il primo appuntamento è stato quello della Notte dei musei e si è svolto il 17 maggio al Castello Ursino, una “maratona musicale di solisti, duo, trii, quartetti, ensemble”. Artisti generosi hanno suonato e cantato dalle 19 a mezzanotte, non sempre ricevendo adeguata attenzione dal pubblico un po’ distratto che percorreva le sale del castello.

Il secondo ha avuto luogo la sera del 18 maggio nella cornice di Palazzo Biscari, messo gentilmente a disposizione dell’iniziativa.

L’evento di sabato prossimo, ancora al Castello Ursino, avrà come protagonista una band vocale, ‘Insolite note‘, che eseguirà musiche jazz, swing, pop. Non solo quindi musica classica ma anche repertori più moderni e più vari.

Si tornerà al classico (Vivaldi, Bach, Mozart) con l’appuntamento finale della rassegna, sabato 14 giugno, nella Badia di Sant’Agata di via Vittorio Emanuele, dove suonerà un Ensemble formato prevalentemente da professori dell’orchestra del Teatro Massimo Bellini.

Durante la serata del 17 maggio scorso, svoltasi al Castello Ursino, hanno suonato e cantato anche i bambini dell’orchestra e del coro di Musicainsieme a Librino. Alessandra Toscano ha realizzato con i ‘suoi’ bambini del coro un piccolo, semplice, toccante capolavoro: scrivere insieme le parole, adatte alla loro età e alla loro lingua, da cantare sulla musica dell’ultimo movimento della nona sinfonia di Beethoven, il famoso Inno alla gioia.

Ecco quello che hanno scritto, e cantato

Come è bello stare insieme
E cantare in coro
con la musica nel cuore
ci vogliamo bene

Sulle note noi voliamo fino al cielo
E ancor più su
E portiamo a tutti allegria, gioia e amore

Siamo più felici
con la musica nel cuore
E vi dedichiamo
il nostro inno all’amore

Sulle note noi voliamo fino al cielo
E ancor più su
E portiamo a tutti allegria, gioia e amore

Una galleria di foto dell’evento Uno strumento per amico nella Notte dei musei

Be Sociable, Share!

Tags: , , ,


One Response to “Musicainsieme, facciamo ri-suonare uno strumento dai bambini di Librino”

  1. Ogni bambino ha potenziale. Forse uno di loro diventera’ Adele o Miles Davis. Comunque sono tutti delle stelle.

    Incrocio le dita….spero di venire!

Lascia un commento

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>