“Cetti voti nun mi venunu i paroli”. Si apre così il primo cortometraggio di Joshua Pellitteri, giovane videomaker appena ventenne di Librino.

Scorrono le immagini del quartiere, essenziali, con qualche nota appena accennata, e lui parla, con una voce malinconica ma viva, perché ha avuto bisogno di cercarle quelle parole, ha avvertito il bisogno di raccontare il disagio di vivere la periferia.

E lo fa con una lucidità non comune, con dei pensieri non banali, che ti impongono di fermarti ad ascoltare e riflettere.

Il video è stato realizzato per partecipare alla rassegna cinematografica “Prospettive – film che raccontano la città”, organizzata dall’Associazione “Trame di Quartiere” tra i vicoli e i palazzi di San Berillo.

Accolto con enorme calore dal pubblico, il corto si è classificato come secondo, sfiorando la vittoria del contest.

Nelle sue parole emerge sofferenza, ma anche grande speranza e voglia di cambiare perché “allèggiu allèggiu putemu nesciri”.

Noi di Argo l’abbiamo trovato toccante e incisivo, e vogliamo condividerlo con voi.

Be Sociable, Share!

Tags: , ,


Lascia un commento

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>