del 16 gennaio 2019 (di )

Il ‘popolo italiano’ sa, ma fa finta di non saperlo, che la Lega ladrona è stata condannata a restituire – sia pure in tempi moderatamente biblici – i 49 milioni di euro rubati agli italiani. Ciò che non sa, parliamo sempre del ‘popolo’, è che, a causa di

Continua a leggere... Una giacca per Salvini

del 14 gennaio 2019 (di )

Esperienze traumatiche che ingombrano il cuore e la mente, grumi di dolore che generano patologie gravi, disturbi della personalità, comportamenti asociali. I portatori di queste stimmate sono i bambini oggetto di maltrattamenti, incuria, abusi. Di loro si è parlato, lo scorso dicembre, al convegno “Il tribunale a servizio della Persona. La funzione dell’ascolto e la […]

Continua a leggere... Perchè ascoltare i bambini

L’accesso alle informazioni, la possibilità di conoscere le attività della pubblica amministrazione sono previsti per legge. Anche per quanto riguarda le trivelle. Potremmo dire soprattutto per le trivelle, un tema su

Continua a leggere... Trivelle, le informazioni scomparse dal sito del MISE

Questa, dopo 35 anni, è l’ultima volta che sarò sul palco dei relatori, così Claudio Fava al termine del dibattito in occasione del premio nazionale di giornalismo “Giuseppe Fava – Niente altro che la verità. Scritture e immagini contro le mafie“. Premio che, quest’anno, è stato assegnato a Giovanni Maria Bellu, giornalista-scrittore, ex direttore del

Continua a leggere... Giuseppe Fava e il difficile cammino dell’antimafia

La storia del vecchio San Berillo e del suo ‘risanamento’ fu raccontata da Giuseppe Fava in “Processo alla Sicilia”, inchiesta giornalistica in trentacinque puntate che, nell’estate-autunno 1966, apparve sulle

Continua a leggere... “San Berillo, la Miseria e la virtù” di Giuseppe Fava

del 3 gennaio 2019 (di )

Trentacinque anni fa anche Catania ebbe il suo “cadavere eccellente”, il giornalista-scrittore Giuseppe Fava. La sua uccisione aprì una fase nuova, inquietante e drammatica nella vita della città etnea, facendo tramontare definitivamente la teoria, peraltro già in crisi dopo l’assassinio del

Continua a leggere... A 35 anni dall’omicidio di Giuseppe Fava

del 1 gennaio 2019 (di )

Bevo a chi è di turno, in treno, in ospedale, cucina, albergo, radio, fonderia, in mare, su un aereo, in autostrada, a chi scavalca questa notte senza un saluto, bevo alla luna prossima, alla

Continua a leggere... Prontuario per il brindisi di Capodanno

Paternò 2002, Motta Sant’Anastasia 2016, Biancavilla 2017, Centuripe 2018. Sono le tappe di un percorso di resistenza a progetti che mirano a stravolgere il territorio, ad ‘avvelenarlo’ con

Continua a leggere... Da Paternò a Centuripe, cittadini attivi in difesa del territorio

Non se ne perdono uno di disastri, soprattutto al Sud, i Fratelli Pii del Governo, pur di raccattare qualche miserabile voto in più. E così, dopo aver fatto una sostanziosa colazione a pane e nutella, li

Continua a leggere... Etna, il Gatto e la Volpe nei luoghi del terremoto

Per l’ospedale San Marco, che oggi rischia di diventare – dopo 28 anni e 250 milioni di euro – l’ennesima incompiuta di Librino, il nome non è stato scelto a caso. E’ infatti quello del primo ospedale della nostra città, la cui origine deve farsi risalire a

Continua a leggere... San Marco, primo pubblico ‘refugio de poveri infermi’