del 11 ottobre 2018 (di )

Anche se da giorni non se ne parla più, il sequestro dei beni di Mario Ciancio è stato un fatto importante per la nostra città. Non solo è stato toccato un ‘potente’ che sembrava intoccabile, c’è di più. L’intreccio di relazioni e di interessi che lo lega ad altri personaggi di spicco della vita sociale […]

Continua a leggere... Ciancio, un giornale e mille interessi

del 5 ottobre 2018 (di )

Un uomo semplice e alla mano, mosso da una grande passione. Questo è Mimmo Lucano per chi lo ha conosciuto personalmente, ma anche per quanti hanno avuto notizia del suo operato attraverso quanto è stato scritto su di

Continua a leggere... Mimmo Lucano, punirne uno per educarne cento

Fare leva sulla paura, sulla insicurezza e individuare qualcosa/qualcuno contro cui è possibile scagliarsi sfogando la propria rabbia. E’ questo un meccanismo antico, stigmatizzare il

Continua a leggere... La costruzione del nemico, propaganda pagata con i nostri soldi

del 18 settembre 2018 (di )

Da una parte i gesti che convincono, la semplicità dello stile di vita, l’attenzione ai poveri, ai detenuti, ai migranti. Dall’altra una contestazione che non ha precedenti nella storia moderna della chiesa cattolica, non per la sua

Continua a leggere... Papa Francesco, una contestazione senza precedenti

del 13 settembre 2018 (di )

Un decreto che avrà l’effetto di accrescere il numero dei migranti irregolari, proprio quelli che Salvini dice di non volere. Le “disposizioni urgenti in materia di rilascio di permessi di soggiorno temporanei per esigenze di

Continua a leggere... La fabbrica dei “clandestini”

del 3 settembre 2018 (di )

Ha superato da tempo il mezzo secolo il ponte sul fiume Cassibile, che troviamo sulla SS 115, poco prima di Avola. E’ un classico ponte ad arco, ‘a spinta eliminata’, costruito in cemento armato, con armatura in ferri lisci. Come tanti vecchi ponti, è ora soggetto al

Continua a leggere... Ponti siciliani a rischio

Riteniamo opportuno esprimere qualche riflessione a proposito della soluzione individuata per chiudere il caso della nave Diciotti. La maggior parte dei migranti sbarcati, circa un centinaio, rimarranno in Italia in virtù di

Continua a leggere... Caso Diciotti, le questioni irrisolte dietro la propaganda

Pubblichiamo l’invito appassionato di una nostra giovane redattrice, un messaggio rivolto a tutti, a chi si gira dall’altra parte e a chi ha paura, a chi pensa sia inutile battersi a favore dei diritti di ogni uomo dimenticando di essere anch’egli uomo. Proviamo a spiegarlo al

Continua a leggere... Perché dobbiamo manifestare tutti per la Diciotti

Tutta la città è al corrente che la nave Diciotti della Guardia costiera italiana, con a bordo circa 170 immigrati, in larga maggioranza eritrei salvati al largo di Lampedusa, è attraccata da alcune ore al porto di Catania. E che il Governo, tramite il

Continua a leggere... Nave Diciotti, un precedente per una svolta di regime?

del 21 agosto 2018 (di )

Da 5.000 a 10.000 euro, metà dei quali al momento dell’accordo e l’altra metà dopo il test in caso di esito positivo. Questa la somma offerta per essere ‘aiutati’ ad entrare in Fisiterapia. La proposta è stata fatta di recente ad

Continua a leggere... Il ‘prezzo’ di Fisioterapia