del 6 maggio 2017

Le vele delle barche, gli archi della Marina e, sullo sfondo, l’Etna innevata. Si apre con questa immagine del porto di Catania nel 1930, la raccolta di foto che oggi vi riproponiamo. Seguono altre immagini della Catania degli anni Trenta, con i tram, la fitta vegetazione del chiostro dei Benedettini e qualche puntata sui cappelli […]

Continua a leggere... La Malìa della Catania anni Trenta

E’ in provincia di Agrigento il paese con il più alto tasso di emigrazione d’Italia, quello in cui per 9.500 residenti ce ne sono altri 8317 iscritti nei registri Aire (Anagrafe degli italiani residenti all’estero).  Ma Aragona è anche il paese delle macalube e delle zolfatare di pirandelliana memoria. Analoghe emorragie demografiche hanno subito Villarosa […]

Continua a leggere... Quando la Sicilia era il primo produttore mondiale di zolfo

Un Fava inedito quello che oggi vi riproponiamo. Nell’ottobre del 1983 il giornalista firmava infatti, su “I Siciliani”, un articolo dal titolo “Sulle strade del buon mangiare in Sicilia“, un viaggio ‘lontano dagli inquinamenti e dai missili atomici’, un’inchiesta insolita, da lui stessa definita “la più divertente che io abbia scritto negli ultimi tempi”. Un […]

Continua a leggere... Un insolito Fava ‘sulle strade del buon mangiare’

del 4 gennaio 2017

Ricorre domani, 5 gennaio, l’anniversario dell’assassinio di Pippo Fava, intellettuale scomodo messo a tacere da mano mafiosa. Per ricordarlo sono previsti vari appuntamenti, a Catania e nella sua Palazzolo Acreide. Noi vogliamo fare memoria di Fava giornalista, scrittore, pittore, con le parole che, nel 2002, gli hanno dedicato Pippo Pattavina e la rimpianta Mariella Lo […]

Continua a leggere... Pippo Fava, il ricordo dei suoi attori

del 29 dicembre 2016

“Io pago il tuo libro con il mio ‘buono’ e tu mi dai i contanti”. Questa la proposta che una giovane donna si è sentita fare, di recente, da un ragazzo in una grande libreria di Catania. Non è un episodio isolato. Troviamo sui social network notizie relative ad “un ampio consesso di giovani diciottenni, […]

Continua a leggere... Buoni cultura in cambio di contanti

del 5 dicembre 2016

Del monastero dei Benedettini conosceva e amava ogni pietra. Era stato l’anima del restauro e aveva personalmente disegnato alcuni ambienti e arredi. Davanti a questo edificio da lui così amato si è svolto il funerale laico per commemorarlo e la compagna degli ultimi 30 anni, Emma Baeri, ha espresso la speranza che possa essergli intitolata […]

Continua a leggere... Per Nino Leonardi

All’interno del parco archeologico siciliano di Selinunte, è tornata recentemente alla luce  una grandissima fabbrica di terracotta, ottanta fornaci, su 1.250 metri quadrati nella valle del fiume Cottone, per 80 metri. Si tratta dell’industria di produzione di terrecotte e ceramiche più grande del mondo antico mai fino ad

Continua a leggere... Quale futuro per Selinunte, là dove i Greci fabbricavano ceramiche

del 17 settembre 2016

Alcuni ci sono ancora. Altri sono scomparsi da tempo. Sono antichi mestieri siciliani raccontati da foto d’epoca raccolte nel filmato che vi proponiamo oggi per arricchire la ricostruzione dei lavori tradizionali iniziata da Argo in un

Continua a leggere... Sicilia, quei mestieri che non ci sono più

Il duro lavoro dei campi senza attrezzature meccaniche, il trasporto a dorso di asino o di mulo, la vendemmia con i cesti e la pigiatura a piedi scalzi. La pesca di tonni, acciughe e pesci spada. Sono le attività immortalate nel video che vi riproponiamo oggi, realizzato con

Continua a leggere... Antichi mestieri di Sicilia, un video per ricordare

del 29 agosto 2016

Epigrafi commemorative, o celebrative, visibili dagli spazi pubblici, strade o piazze, della nostra città. Fotografarne il maggior numero era l’obiettivo che i partecipanti alla Caccia al tesoro culturale di sabato mattina dovevano realizzare. La ridotta pattuglia di concorrenti ha accettato la sfida e ha aggiunto ben 31 epigrafi all’elenco di

Continua a leggere... Un tesoro culturale fatto di epigrafi