Duemila e duecento copertoni usati, appoggiati uno sull’altro, sfalsati come si fa con i mattoni, riempiti con terra pressata e infine intonacati. E’ questo il materiale utilizzato per la ‘Scuola di Gomme‘ del villaggio di Al-Khan Al-Ahmar, vicino a Gerusalemme est, nell’area C della Cisgiordania, quella a

Continua a leggere... Giù le mani dalla Scuola di Gomme

del 31 luglio 2018 (di )

Legalizzare la prostituzione la renderebbe più sicura? Le donne sarebbero più tutelate? Il fenomeno si ridurrebbe? Nulla di tutto questo. Nella giornata internazionale contro la tratta, che ricorre il 30 luglio, un gruppo di

Continua a leggere... Prostituzione, legalizzare è davvero utile?

Una lingua di terra separata dal resto degli altri territori palestinesi, diversa e lontana rispetto alla Cisgiordania, che fa parte della regione storico-geografica della Palestina. La Striscia di Gaza, conquistata da Israele con la guerra dei sei giorni, nel 1967, passò dal controllo dell’Egitto a quello di Israele, che l’ha occupata fino al

Continua a leggere... Gaza, una prigione a cielo aperto

Il diritto all’autederminazione e l’ingiusto regime di detenzione amministrativa sono oggetto del nostro terzo intervento sulle violazioni dei diritti fondamentali dei Palestinesi. Dai dati molto concreti su questioni vitali come il diritto all’acqua e ai servizi essenziali  passiamo oggi all

Continua a leggere... Il sistema giuridico discriminatorio di Israele, i diritti fondamentali

Riprendiamo oggi il discorso sul sistema giuridico discriminitario di Israele descrivendo gli interventi legislativi che gravano su molti aspetti della vita quotidiana, sociale, lavorativa, politica della popolazione palestinese, inclusi i servizi della salute e dell’educazione. E’ una vera e propria strategia di

Continua a leggere... Il sistema giuridico discriminatorio di Israele, attività produttive e servizi

Le ragioni della resistenza dei Palestinesi sfuggono spesso a molti  di noi, complice il silenzio dei mass-media. Riteniamo opportuno ricordarle e ci proponiamo di esaminare via via alcuni degli aspetti del sistema giuridico discriminatorio di Israele, per non fermarci solo alla indignazione di fronte alla

Continua a leggere... Il sistema giuridico discriminatorio di Israele, il diritto all’acqua

Il governo israeliano sempre più frequentemente suggerisce ai suoi ambasciatori negli stati occidentali di sostenere le idee israeliane sulla gestione dei territori palestinesi facendo leva, in modo più o meno scoperto, sui contenuti della Bibbia. Molti diplomatici vengono invitati a

Continua a leggere... Israele e la ‘Terra promessa’

Coloro che hanno a cuore le sorti della Palestina sono già a conoscenza delle clamorose violazioni dei diritti umani da parte del governo israeliano, che ha instaurato un vero e proprio regime di “apartheid” a danno dei Palestinesi, con normative discriminatorie, che opprimono la

Continua a leggere... Hebron, apartheid in Palestina

E’ una forma di “discriminazione multipla” quella a cui sono soggette le donne e le ragazze con disabilità. Sarebbe auspicabile che fossero esse stesse a prenderne coscienza, a guardare con occhi diversi la propria vita, a percepire il doppio condizionamento che pesa su di essa, quello del genere e quello della disabilità. Non è tuttavia […]

Continua a leggere... I diritti delle donne con disabilità, no alla discriminazione multipla

Nell’odierna campagna elettorale, caratterizzata da roboanti promesse di vario genere, spicca l’assordante silenzio sul problema della disabilità. Ce lo ricorda Simonetta Cormaci, sempre attenta al riconoscimento dei diritti dei disabili, invitandoci a rileggere l’articolo di

Continua a leggere... Disabilità, un tema assente dalla campagna elettorale