Gli ambientalisti hanno perso una battaglia ma non la guerra delle  trivellazioni nel Canale di Sicilia. Hanno, così, deciso, immediatamente, di appellarsi avverso la decisione del Tar del Lazio che il 3 giugno si è pronunciato per il progetto “Off-shore Ibleo” di ENI ed

Continua a leggere... Trivellazioni in Sicilia, continua la guerra Tar/Ambientalisti

del 8 aprile 2015

Già compreso nel ristretto club dei ‘borghi più belli d’Italia’, Ferla, un Comune degli Iblei siracusani interno alla valle dell’Anapo, ce la sta mettendo tutta per diventare anche un paese virtuoso, a partire dalla riscoperta del territorio come il più importante patrimonio della comunità che va quindi difeso e

Continua a leggere... Ferla, un borgo bello e virtuoso

Urgenti e indifferibili, addirittura di pubblica utilità. Così sono stati definiti gli interventi previsti dal decreto denominato ‘Sblocca Italia‘ in campo energetico, edilizio ….. Un tentativo miope di  far ripartire l’economia sacrificando l’ambiente, il territorio e quindi le generazioni future, favorendo di fatto gli interessi di grandi gruppi industriali e speculatori. Si tratta inoltre di […]

Continua a leggere... Firma per bloccare lo ‘Sblocca Italia’, il decreto che minaccia l’ambiente

Orizzonti terrestri e marini punteggiati da una valanga di tralicci e pompe di estrazione come mai era accaduto. E’ quello che ci aspetta se andrà in porto quanto disposto dal cap. IX del cosiddetto ‘decreto sblocca Italia’. Sono infatti quaranta i progetti di

Continua a leggere... Via libera alle trivelle con il decreto Sfascia Italia

2,3 miliardi di euro per il mezzogiorno, di cui 500 milioni per la Sicilia. Sono queste le somme destinate dal Governo Monti con la Fase 2 del Piano di azione e coesione per il Sud. Non si tratta, come potrebbe sembrare, di somme aggiuntive, ma della rimodulazione di “fondi sottoutilizzati o allocati su interventi inefficaci […]

Continua a leggere... Fondi per il Sud, vecchi soldi per vecchie iniziative

Sono tali e tanti i pericoli e le assurdità del nucleare che sorge spontaneo il dubbio sulle reali motivazioni dei suoi sostenitori, i quali dovrebbero essere al corrente del fatto che la tecnologia solare e quella eolica possono produrre la stessa quantità di energia a parità di denaro investito (smantellamento compreso) senza lasciare eredità radioattive […]

Continua a leggere... Referendum sul nucleare, per un sì consapevole

del 4 febbraio 2011

Pubblichiamo la prima parte dell’approfondimento allegato da Rifiuti Zero alla lettera aperta inviata al governatore Lombardo, da noi già pubblicata. Si tratta di una sintesi di una monografia sui danni alla salute, di cui in calce si può trovare il testo completo e la relativa bibliografia. “Vorremmo innanzi tutto chiarire che in codesta relazione usiamo […]

Continua a leggere... Inceneritori, i danni alla salute

del 2 febbraio 2011

Riceviamo la presente lettera aperta che Rifiuti Zero, insieme ad altre associazioni del settore, indirizza al Governatore Lombardo. Al di là del tono volutamente e provocatoriamente burocratico, nella lettera si ricorda in modo molto chiaro quali siano i danni alla salute determinati dalla pratica di incenerimento dei rifiuti. La pubblichiamo volentieri perchè la riteniamo un […]

Continua a leggere... Rifiuti Zero a Lombardo

Trivellare a due chilometri dalla Cattedrale di Noto? Sembra impossibile, ma potrebbe accadere. Soprattutto dopo la recente sentenza emessa dal Cga che ribalta una precedente decisione del Tar. Ma andiamo con ordine. I permessi per le trivellazioni furono concessi nel 2004 dall’allora presidente della Regione Salvatore Cuffaro alla compagnia Panther Oil, e bloccati l’anno successivo […]

Continua a leggere... Trivellazioni in Val di Noto, tutti contrari. O quasi

del 26 ottobre 2010

120 miliardi di euro è – secondo la recente relazione della DIA – il fatturato annuo della mafia, mentre assomma appena al 3,7% la quantità di beni confiscati (222 milioni di euro). Di fronte a tale differenza il ministro Maroni farebbe meglio a impegnarsi per ridurre tale iato, dotando di risorse chi ogni giorno

Continua a leggere... Mafia: fatturato e beni confiscati