La Palestina torna a bruciare, sono esplosi i ‘giorni della collera‘ dopo l’annuncio dell’amministrazione Trump di voler riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele. Si torna a parlare di morti e feriti, di razzi e raid aerei, e dietro il racconto dei fatti di cronaca riemergere la tentazione di presentare israeliani e palestinesi come due popoli […]

Continua a leggere... Questione palestinese, una lettura non convenzionale

Ci uniamo alla proposta dei movimenti non violenti che invitano a ripensare la ricorrenza del quattro novembre, anniversario della fine della “inutile strage” che è stata la prima guerra mondiale: porre fine alle “ipocrite celebrazioni dei poteri armati” e sostenere la Campagna “Un’altra difesa è possibile” per una difesa civile, non volenta, rispettosa dei principi […]

Continua a leggere... Quattro Novembre, appello per una nuova idea di difesa

“Ritenere che la guerra possa portare alla giustizia e alla pace è fuori dalla ragione – alienum a ratione”, così leggiamo nella enciclica Pacem in Terris di Giovanni XXIII. ‘Roba da matti’, insomma, per usare le parole di don Tonino Bello. Appare quindi incomprensibile il criterio utilizzato da

Continua a leggere... Il papa della Pace patrono dell’esercito? Roba da matti

Raccontare un’esperienza con l’obiettivo di rendere giustizia a quelle popolazioni che chiedono non aiuti in denaro ma di parlare al mondo intero, di informare il maggior numero di persone di quello che accade in Palestina, della politica di apartheid perpetrata dal governo israeliano a loro danno. E’ questo il motivo per cui è nato il […]

Continua a leggere... Palestina oggi, un’area a rischio di oblio

Una ‘guerra mondiale a pezzetti’ alla quale assistiamo con vergognosa indifferenza, una carneficina spaventosa che insanguina oggi il mondo senza che il movimento per la pace opponga altro che un “quasi silenzio”. Sono sdegnate e impietose le parole di Alex Zanotelli, il missionario comboniano vissuto sempre insieme agli

Continua a leggere... Zanotelli, vergognoso il silenzio su spese militari e ‘guerra a pezzetti’

Un botto di soldi per la difesa militare iper-armata, qualche briciola per la cosiddetta “difesa non armata della Patria”, vale a dire il servizio civile. Il 15 febbraio sono stati diffusi i dati dell’Osservatorio italiano sulle spese militari, con le cifre stratosferiche destinate agli armamenti. Esattamente cinque giorni prima era stato approvato il decreto legislativo […]

Continua a leggere... Miliardi per le spese militari, briciole per il servizio civile

Nel silenzio generale, tranne poche eccezioni, il Consiglio dei ministri ha approvato qualche giorno fa un disegno di legge pericoloso per la nostra democrazia che mina contenuti fondamentali della Costutuzione. Viene delegata al Governo la riorganizzazione della Difesa a vari livelli, in attuazione del «Libro Bianco per la sicurezza internazionale e la difesa», a cui […]

Continua a leggere... Riorganizzazione della Difesa, i rischi per la nostra democrazia

Queste foto le ha scattate un siciliano ieri a Berlino, uno di noi di Argo, in ‘trasferta’ in Germania. Ci rimandano le immagini dei fiori e dei lumini che si moltiplicano nello slargo in cui sorgevano i mercatini di Natale, a due passi dalla Chiesa del Ricordo, dove -un mese fa – un tir, guidato […]

Continua a leggere... Ad un mese dalla strage, Berlino così piange i suoi morti

del 11 novembre 2016

Una scelta “eticamente censurabile e politicamente subalterna” di cui il nostro governo dovrebbe rendere conto all’opinione pubblica. Così don Pino Ruggieri, professore emerito di teologia, già rettore della chiesa di San Nicola e oggi di San Vito, definisce il voto contrario dell’Italia al progetto di Risoluzione presentato pochi giorni fa all’Assemblea generale delle Nazioni Unite […]

Continua a leggere... Bando delle armi nucleari, il NO italiano

Un corteo con oltre mille partecipanti, molti i giovani, provenienti da tutta la Sicilia, il 2 ottobre ha ribadito, ancora una volta,  il no al Muos e richiesto la smilitarizzazione dell’Isola, a partire dalla sughereta di Niscemi. Particolarmente contestato, dai manifestanti, il recente dissequestro della

Continua a leggere... Muos, dissequestrata la base, continua la protesta