del 20 settembre 2017

Nel contesto della crisi medio-orientale è di recente emersa una contrapposizione fra Arabia Saudita ed Israele, da una parte, ed il Qatar dall’altra sul tipo di informazione fornito dalla testata Al Jazeera. Abbiamo avuto l’opportunità di porre alcune domande ad un

Continua a leggere... Quattro domande ad un amico di Al Jazeera

Danilo Dolci con la mafia si era scontrato e la conosceva bene. L’esperienza e il rigore morale lo inducevano anche a far riflettere i suoi uditori su manifestazioni che, senza essere mafiose in senzo stretto, offrono copertura a chi persegue i propri interessi ignorando i diritti degli altri. E’ quello che fanno i mezzi di […]

Continua a leggere... Danilo Dolci, l’omertà e il ruolo dell’informazione

del 22 maggio 2017

Una rapida visita al campo San Teodoro e all’ex palazzo di cemento, un incontro con rappresentanti delle associazioni e della Piattaforma per Librino, e con i bambini dell’orchestra di MusicaInsieme, discorsi sul ruolo della donne e dei giovani, e – naturalmente – sulle periferie, i luoghi da

Continua a leggere... Boldrini, le brigantesse e la stampa

del 3 febbraio 2017

Essere “titolare esclusiva” degli appuntamenti liturgici della festa di Sant’Agata frutterà di certo ad Ultima Tv una notevole raccolta pubblicitaria. In questi giorni molti occhi, non solo dei catanesi, saranno puntati sulla festa e i messaggi pubblicitari raggiungeranno un

Continua a leggere... ASP, la pubblicità migliora la Sanità?

Un Fava inedito quello che oggi vi riproponiamo. Nell’ottobre del 1983 il giornalista firmava infatti, su “I Siciliani”, un articolo dal titolo “Sulle strade del buon mangiare in Sicilia“, un viaggio ‘lontano dagli inquinamenti e dai missili atomici’, un’inchiesta insolita, da lui stessa definita “la più divertente che io abbia scritto negli ultimi tempi”. Un […]

Continua a leggere... Un insolito Fava ‘sulle strade del buon mangiare’

del 2 luglio 2016

Cittadini animati da senso civico che cercano di migliorare una realtà locale sempre più degradata. Siamo noi di Argo. Così siamo nati e così siamo rimasti in questi sei anni di vita. Ci siamo impegnati nella diffusione -scrupolosa e non ‘di parte’- di informazioni, abbiamo denunciato violazioni della legalità o tentativi di appropriazione di beni […]

Continua a leggere... Argo, continuare nonostante tutto?

Deve considerarsi propagandistico l’intervento della ministra Boschi alla Scuola Superiore di Catania e inopportuno il fatto che sia stata invitata a parlare della riforma costituzionale senza la presenza di un altro relatore, portatore di una visione contraria? Non su questo aspetto del problema e nemmeno sull’andamento dello stesso incontro ma sull’intervento di Alessio Grancagnolo, interrotto […]

Continua a leggere... Quando la contestazione diventa spettacolo

del 11 novembre 2015

Per avere speso la sua vita “a difesa dei più deboli, degli svantaggiati, nonché per una società più giusta, libera e democratica, per le sue battaglie civili contro la mafia e per quello che insegna e ha insegnato a noi giovani”. Con queste motivazioni i ragazzi di WikiMafia – Libera Enciclopedia sulle Mafie, aderenti all’associazione […]

Continua a leggere... WikiMafia, presidenza onoraria ad Orioles

del 8 luglio 2015

La miseria e la virtù Catania / San Berillo, vent’anni fa di Giuseppe Fava (I Siciliani 2/4/86) Il risanamento è stato attuato a metà. Nove edifici e intorno, o accanto, il deserto e la miseria di sempre. La promessa di San Berillo è stata disattesa. Tira le somme Giuseppe Fava in questo

Continua a leggere... Fava racconta San Berillo (5)

del 30 giugno 2015

La miseria e la virtù Catania / San Berillo, vent’anni fa di Giuseppe Fava (I Siciliani 2/4/86) Quali erano gli impegni finanziari dell’Istituto Immobiliare nel cosiddetto risanamento del quartiere di San Berillo? Si chiudeva con questa

Continua a leggere... Fava racconta San Berillo (4)