Non l’ennesima petizione per riportare un problema all’attenzione generale ma due richieste precise per chiedere al governo di rimediare alle storture della 107 (Buona Scuola). La petizione di cui parliamo oggi riguarda la stragrande maggioranza dei circa 65.000 docenti assunti con il piano “straordinario” del 2015, ma dovrebbe – a nostro parere – essere firmata […]

Continua a leggere... Buona scuola e insegnanti esiliati, una storia esemplare

Il 17 marzo anche a Catania diverse centinaia di docenti e ATA (personale amministrativo e collaboratori scolastici) hanno manifestato contro la legge 107/15 (la cosiddetta ‘Buona scuola’) e i decreti attuativi, aderendo allo sciopero generale promosso dai Cobas e da tutti i sindacati di base. Il corteo, dopo aver

Continua a leggere... Scuola, la manifestazione del 17 marzo a Catania

del 15 marzo 2017

Come farà un papà ( o una mamma) che svolge un lavoro precario a compilare la schede preparatoria ai test Invalsi programmati per suo figlio? La tabella relativa alla professione svolta dai genitori rappresenta, infatti, un mondo del lavoro in gran parte ormai inesistente o comunque minoritario. Lo denuncia un genitore di cui oggi pubblichiamo […]

Continua a leggere... Per Invalsi nessuno è precario

del 13 marzo 2017

Contro le deleghe attuative della 107/15 (la legge sulla cosiddetta “Buona Scuola”), attualmente in discussione in Parlamento, i Cobas Scuola e tutti gli altri sindacati di base (Unicobas, USB, ANIEF, FederATA) hanno proclamato, per il 17 marzo, una giornata di sciopero generale. A Catania l’appuntamento è alle ore 9,30 in piazza Stesicoro. Il no alle […]

Continua a leggere... Buona scuola e insegnanti in sciopero

“Leggere la mafia da un’ottica di genere”. E’ lo sguardo di Simona Laudani, docente di Storia Moderna, che il 3 marzo 2017 ha presentato  agli studenti del dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Catania ed agli altri partecipanti, il laboratorio “Donne e Mafia” di cui Argo ha già parlato. Lo studio di genere permette, infatti, di analizzare il […]

Continua a leggere... Donne e mafia, non più ombre del boss

del 28 febbraio 2017

Una mattina presto, molto prima del canto del gallo, mi svegliò un fischiettio e andai alla finestra. Sul mio ciliegio – il crepuscolo empiva il giardino – c’era seduto un giovane, con un paio di calzoni sdruciti, e allegro coglieva le mie ciliegie. Vedendomi mi fece cenno col capo, a due mani passando le ciliegie […]

Continua a leggere... Come insegnare oggi la letteratura?

Non più solo gregarie, complici e conniventi, ma protagoniste della scena criminale, le donne scalano oggi i vertici della piramide criminale. Sono intestatarie di società a fini di riciclaggio di denaro sporco, praticano l’usura, gestiscono patrimoni, piazze di spaccio e business delle estorsioni. Di questo “nuovo, oscuro e drammatico rapporto tra donne, violenza ed ‘emancipazione‘”, […]

Continua a leggere... Donne protagoniste, dentro la mafia e contro la mafia

Garantire qualità e quantità nei servizi ai ragazzi e ragazze diversamente abili con servizi che funzionino a 360° e stabilendo rapporti virtuosi fra istituzioni scolastiche e famiglie.  A fornire questi servizi non sono solo gli insegnati di sostegno ma anche educatori specializzati in assistenza alla comunicazione (conoscono, ad esempio, la lingua dei sordi), assistenza igienico […]

Continua a leggere... Scuola, nessun risparmio sui diversamente abili

Amministrativi, Tecnici, Collaboratori scolastici (ATA) garantiscono, per quanto di loro competenza, il funzionamento della scuola. Ma oggi è come se non esistessero. Di loro non si parla nella legge 107/15, quella della Buona (o cattiva) Scuola. E’ come se il loro contributo fosse indifferente, se non inutile, come se la scuola potesse “andare avanti lo […]

Continua a leggere... I diritti ignorati di amministrativi, tecnici e collaboratori scolastici

del 29 dicembre 2016

“Io pago il tuo libro con il mio ‘buono’ e tu mi dai i contanti”. Questa la proposta che una giovane donna si è sentita fare, di recente, da un ragazzo in una grande libreria di Catania. Non è un episodio isolato. Troviamo sui social network notizie relative ad “un ampio consesso di giovani diciottenni, […]

Continua a leggere... Buoni cultura in cambio di contanti