del 23 maggio 2018 (di )

Oggi nel giorno anniversario dell’attentato in cui perse la vita Giovanni Falcone, riproponiamo la ricostruzione degli ultimi momenti di vita e di lavoro del giudice nella giornata del 23 maggio 1992. Il giornalista Lirio Abate racconta, ora per ora, quello che avvenne in quel giorno prima e dopo l’esplosione che uccise, a Caoaci,  Falcone, la

Continua a leggere... L’ultima giornata di Giovanni Falcone

Un incontro e un abbraccio difficile quello tra Lucia, la vedova della guardia giurata Gaetano Montanino, e Antonio, uno degli assassini di suo marito. L’incontro è avvenuto ad un “21marzo” del 2016, a Napoli, e proviamo a raccontarlo proprio oggi, in occasione di

Continua a leggere... Libera, il difficile abbraccio tra la vedova e l’assassino del marito

del 19 marzo 2018 (di )

Da Corso Martiri della Libertà ai Murales del carcere di piazza Lanza. Sarà questo il percoso del corteo organizzato da Libera di Catania in occasione della ‘Giornata della memoria e dell’impegno‘ del 21 marzo. In via Cesare Beccaria, con un sistema di

Continua a leggere... Con Libera di Catania, Oltre il limite

del 5 gennaio 2018 (di )

Pippo Fava ricordato da uno dei suoi “carusi” nel giorno in cui è stato assassinato ma non ucciso, trentaquattro anni fa. Da più di trent’anni, ogni volta che penso al Giuseppe Fava che ho conosciuto, non penso mai ai potenti che vollero vederlo morto, o al Santapaola che sbrigò il lavoro sporco, o ai magistrati […]

Continua a leggere... L’amore per la vita di Pippo Fava

Un giardino in quello che oggi è considerato ‘centro’ della città ma è stato periferia agricola fin quasi al boom edilizio degli anni sessanta. Lo testimonia ancora la presenza, in quest’area a nord ovest del Borgo, di villette e palazzine con

Continua a leggere... Un giardino per la città, nel segno di Titta Scidà e Pippo Fava

In questi giorni è un gran parlare del lavoro dell’Antimafia per controllare il numero dei candidati ‘impresentabili’ alle elezioni regionali di Sicilia. Il tempo insufficiente (o altro?) farà sì che solo dopo l’esito elettorale si potranno conoscere i loro nomi. Questa imbarazzante situazione riapre vecchi interrogativi che riguardano la mafia, o le mafie, e la […]

Continua a leggere... Isaia Sales, la mafia utile alle classi dirigenti

“Libera si impegna per la verità sugli omicidi Vecchio e Rovetta”. Lo scrive il Coordinamento provinciale di Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie a Catania ribadendo “il proprio impegno di memoria e testimonianza per tutte le vittime delle mafie e la vicinanza ai tanti familiari che ancora aspettano di conoscere i motivi e […]

Continua a leggere... Vecchio e Rovetta, l’impegno di Libera perchè si faccia giustizia

Danilo Dolci con la mafia si era scontrato e la conosceva bene. L’esperienza e il rigore morale lo inducevano anche a far riflettere i suoi uditori su manifestazioni che, senza essere mafiose in senzo stretto, offrono copertura a chi persegue i propri interessi ignorando i diritti degli altri. E’ quello che fanno i mezzi di […]

Continua a leggere... Danilo Dolci, l’omertà e il ruolo dell’informazione

del 21 luglio 2017 (di )

E’ possibile aggiungere qualcosa alla ricostruzione della vicenda Falcone? Sì, “anche per chi, come me, è cresciuto a pane e storie di magistrati e poliziotti uccisi dalla mafia”, come ha detto di sè Fabio Regolo, coordinatore di Area Democratica della Giustizia a Catania, nel presentare il

Continua a leggere... La solitudine di Giovanni Falcone

Un accerchiamento da più parti, interne ed esterne alla mafia, per isolare e mettere a tacere Giovanni Falcone e la sua ‘pericolosa’ strategia di contrasto al crimine organizzato. Lo descrive Giovanni Bianconi nel suo recente libro “L’assedio. Troppi nemici per Giovanni Falcone” (Einaudi). Ci invita a parlarne Area Democratica della Giustizia, alla vigilia del

Continua a leggere... L’assedio a Falcone e le sfide attuali nel contrasto alla mafia