Un luglio ‘caldo’ quello del 1943, segnato in Sicilia dallo sbarco degli alleati, una delle operazioni militari più imponenti della storia, decisiva per le sorti del secondo conflitto mondiale. Molte furono le vittime delle

Continua a leggere... A 76 anni dallo sbarco alleato, il dovere della memoria

del 24 giugno 2019 (di )

Nella torrida e festiva Aci Castello d’inizio estate, gremita di gente e bancarelle, il circolo PD locale ha organizzato un incontro che ha avuto per tema la figura di Tina Modotti, fotografa rivoluzionaria. Fortemente voluto da Loretta Granzotto, segretaria locale del partito, l’incontro, gestito per

Continua a leggere... Tina Modotti fotografa rivoluzionaria

Dura solo 52′ minuti “Senza rossetto”, il cortometraggio realizzato da Silvana Profeta regista e antropologa visuale ed Emanuela Mazzina archivista, presentato alla libreria Prampolini di Catania il 29 aprile scorso. Questo docufilm, prodotto da

Continua a leggere... Le prime donne italiane al voto, ‘senza rossetto’.

del 30 aprile 2019 (di )

‘Hanno ammazzato il compagno La Torre, tutti al Politeama’, un passa parola che in un istante portò nel centro di Palermo centinaia di cittadini, in un’epoca nella quale non c’erano cellulari né computer. Era il 30 aprile del 1982, Pio La Torre venne

Continua a leggere... La Torre e Di Salvo, per non dimenticare

del 25 aprile 2019 (di )

Perché celebrare o festeggiare oggi il 25 aprile del 1945? Può essere considerato “un derby tra fascisti e comunisti”, come ha detto il Ministro Salvini? Al di fuori della

Continua a leggere... 25 aprile oggi

A Catania Virdimura de Medico, a Mineo Bella di Paija, due donne mediche che operano in Sicilia tra il XIV e il XV secolo. Sono entrambe ebree e si occupano di “medicina fisica” la prima, di chirurgia la seconda. Le due figure professionali erano allora distinte in quanto basate su

Continua a leggere... Donne mediche ebree nella Sicilia del XV secolo.

Un viaggio a New York e una visita ad Ellis Island diventano un’occasione di riflessione sulla nostra storia di emigranti. Ce ne parla Carmelo Franceschino, collaboratore di Argo dai tempi del

Continua a leggere... Ellis Island con gli occhi di un giovane ‘emigrante’

del 28 gennaio 2019 (di )

Un’occasione per riflettere e rielaborare, particolarmente importante in un momento in cui si tende ad annullare la memoria storica e a riproporre regimi antidemocratici e liberticidi. Questo è per Salvatore Distefano, docente di

Continua a leggere... Il Giorno della Memoria

Per l’ospedale San Marco, che oggi rischia di diventare – dopo 28 anni e 250 milioni di euro – l’ennesima incompiuta di Librino, il nome non è stato scelto a caso. E’ infatti quello del primo ospedale della nostra città, la cui origine deve farsi risalire a

Continua a leggere... San Marco, primo pubblico ‘refugio de poveri infermi’

A dominio delle vallate dei fiumi Dittaino, Simeto e Salso, nell’entroterra ennese, sorge Centuripe. Sotto la città moderna si trova quella antica, che risale al tempo dei Siculi e raggiunse floridezza e prestigio in

Continua a leggere... Centuripe, una discarica sui luoghi della memoria