del 8 marzo 2018 (di )

Tra le donne dimenticate, ‘invisibili‘, oggi, otto marzo, vogliamo ricordare le lavoratrici  delle miniere. A partire da quelle siciliane che lavoravano nelle miniere di zolfo dell’agrigentino. Di loro parla soltanto Vittorio Savorini, ne le “Condizioni economiche e morali dei lavoratori nelle miniere di

Continua a leggere... Donne in miniera

Anche nella realtà catanese sono tantissime le iniziative promosse per questo 27 gennaio in cui ricorre la 18a Giornata della Memoria. Come deciso dal Parlamento Italiano viene ricordato “lo sterminio e le persecuzioni subite dal

Continua a leggere... “Pietre di inciampo” a Catania, una proposta

del 28 dicembre 2017 (di )

Firmata il 27 dicembre, è entrata in vigore il primo gennaio 1948. E’ la nostra Costituzione, che compie settanta anni e, come si suol dire, non li dimostra. Non invecchia perchè è ancora, in gran parte, da attuare, perchè non è solo un documento ma va guardata come un processo, le cui

Continua a leggere... Buon compleanno Costituzione

Il nuovo asse viario che il Consiglio Comunale di Tremestieri Etneo ha deciso di realizzare nella seduta dello scorso 10 ottobre nasce con un vulnus. Prevede infatti la distruzione di un manufatto di notevole valore etno-antropologico, una torretta tipica del paesaggio rurale etneo, che andrebbe tutelata. Lo denuncia un professionista che vive e lavora a

Continua a leggere... Tremestieri Etneo, salvare l’ultima ‘turretta’

Quaranta anni dopo arriva l’edizione riveduta e accresciuta del primo libro di Adolfo Longhitano, “La parrocchia nella diocesi di Catania”, presentata mercoledì sera al Museo diocesano. Il titolo, come ha detto uno dei relatori, Orazio Condorelli dell’Università di Catania, non rende pienamente giustizia a questa ricerca storica ricca e complessa, condotta con scrupolo scientifico, che […]

Continua a leggere... La Diocesi di Catania tra potere religioso e potere politico

I protagonisti della storia chiamati per nome, anche se con “nomi d’arte” e raccontati come se si trattasse di compagni di scuola, o addirittura di classe. Persino un intero popolo, quello americano, ridotto a un unico personaggio. La Storia, insomma, ridipinta con il pennello dell’ironia e i colori di un racconto che possa farsi ad […]

Continua a leggere... Giuseppe Amata, storia e politica tra fregature e farse

Come era l’anfiteatro di Catania di cui oggi possiamo vedere solo una minima parte? Ce lo mostra la ricostruzione virtuale realizzata da Catania Living Lab, il laboratorio sperimentale di cultura e tecnologia ideato e promosso da

Continua a leggere... Anfiteatro romano di Catania, la ricostruzione virtuale

del 6 maggio 2017 (di )

Le vele delle barche, gli archi della Marina e, sullo sfondo, l’Etna innevata. Si apre con questa immagine del porto di Catania nel 1930, la raccolta di foto che oggi vi riproponiamo. Seguono altre immagini della Catania degli anni Trenta, con i tram, la fitta vegetazione del chiostro dei Benedettini e qualche puntata sui cappelli […]

Continua a leggere... La Malìa della Catania anni Trenta

Cinque minuti di immagini che descrivono, meglio di qualsiasi parola, alcuni scorci della Catania degli anni settanta. Fotografie sbiadite che rendono comunque un’atmosfera. Donne, uomini e soprattutto tanti bambini, spesso radunati – con secchi e bidoni – attorno ad

Continua a leggere... Catania, quando l’acqua si prendeva alla fontana

E’ in provincia di Agrigento il paese con il più alto tasso di emigrazione d’Italia, quello in cui per 9.500 residenti ce ne sono altri 8317 iscritti nei registri Aire (Anagrafe degli italiani residenti all’estero).  Ma Aragona è anche il paese delle macalube e delle zolfatare di pirandelliana memoria. Analoghe emorragie demografiche hanno subito Villarosa […]

Continua a leggere... Quando la Sicilia era il primo produttore mondiale di zolfo