Be Sociable, Share!

5 Responses to “Contattaci”

  1. ho ricevuto oggi i sacchi per la raccolta differenziata, ma non ho trovato le indicazioni circa i giorni e le modalità della raccolta.
    abito in via botte dell’acqua, zona piazza Dante (cap 95124).
    Gradirei ricevere indicazioni all’indirizzo mail fornito.
    grazie.
    monica giuffrida

  2. LA RACCOLTA DIFFERENZIATA NON FUNZIONERA’ MAI PERCHE PRIMA CI VOGLIONO I CENTRI PER IL TRATTAMENTO MECCANICO BIOLOGICO DEI RIFIUTI E LA FILIERA DEL RICICLAGGIO….APRI GLI OCCHI COMPAGNA CITTADINA..

  3. Il loro sito http://www.argocatania.org/lavoro/ ha certi errori che possono peggiorare con il loro posizionamento sui motori di ricerca (Search Engine Optimization – SEO) ed anche peggiorare ai loro clienti.

    http://WWW.BORSALAVORO.IT Non posso vedere il sito web.

    LASTAMPA.IT Non posso vedere il sito web.

    REPUBBLICA.IT Non posso vedere il sito web.

    Vi raccomando alcuni links interessanti per includere nella lista.

    http://www.lavoroteca.com/
    https://www.ialweb.it/

  4. tempo fa avete presentato un libro che parlava dell’Etna, che potrebbe interessarmi: ma ho diemticato titolo e autore: potreste ricordarni questi dati ?
    grazie

  5. Comunicato stampa
    La vergognosa storia della Qè deve insegnare qualcosa.
    L’operazione della guardia di finanza che conferma che il fallimento del call center Qè avvenne in un quadro di gravissime illegalità, mostra la drammatica condizione di un intero territorio.
    Al di là dei percorsi giudiziari, che ci auguriamo capaci di andare fino in fondo rapidamente, questa triste vicenda deve aprire una riflessione politica e sociale.
    Non siamo di fronte ad un caso isolato, l’intero indirizzo dominante di politica economica ha lasciato i lavoratori e le lavoratrici (e con loro l’intera società) esposti alle manovre di una imprenditoria di rapina. Quali sono i meccanismi di controllo per aziende che ricevono, tra l’altro, ogni sorta di agevolazioni? Come intervengono le istituzioni in situazioni, come questa, in cui le rappresentanze sindacali hanno più volte denunciato gravi anomalie?
    I danni di queste avventure speculative sono enormi: colpi durissimi all’occupazione e ai diritti del mondo del lavoro, colpi alle prospettive di sviluppo di un territorio, colpi alle risorse pubbliche sia in termini di finanziamenti regalati a speculatori sia in termini di mancate entrate fiscali.
    Le istituzioni devono, dunque, cambiare registro, subito. È necessaria una nuova struttura dei controlli sul tessuto economico, è necessario un nuovo protagonismo dello stato nel programmare e attuare le politiche di sviluppo, è necessario che i lavoratori e le lavoratrici (a partire dagli ex dipendenti di Qè che ancora patiscono le conseguenze della vicenda non siano lasciati soli).
    Luca Cangemi
    Segreteria nazionale Partito Comunista Italiano

Lascia un commento

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>