Assistere – nel corso degli ultimi mesi – alle presentazioni del volume di Vincenzo Pezzino L’esilio Sahrawi – Storie di incontri e di accoglienza (Algra Editore) ha costituito già in sé un’esperienza coinvolgente e

Continua a leggere... Storie di incontri e di accoglienza con il popolo Sahrawi

Sette aprile, in Italia una data come un’altra. In Rwanda il ricordo di un avvenimento indimenticabile, il 7 aprile 1994 iniziò il genocidio che portò alla morte di un milione di persone, colpevoli solo di essere figli della minoranza etnica del paese. Ieri a Catania, presso la sala Machiavelli di Piazza Università, si è svolta […]

Continua a leggere... Teneramente onlus, Maestre Montessori in Rwanda

Ma davvero la causa del sottosviluppo dell’Africa e dei flussi migratori che si dirigono in Europa, e in particolare in Italia, deve essere individuata nella persistenza del Franco Francese per l’Africa (CFA) nelle ex

Continua a leggere... Franco Francese per l’Africa, l’improvvisazione dei 5Stelle

del 16 giugno 2018 (di )

I più poveri tra i poveri, marginalizzati e considerati inferiori dalle altre etnie, i Pigmei del Congo sono da 28 anni i compagni di strada di Francesco Laudani, missionario comboniano, presente in Africa da quattro lustri. Su iniziativa di

Continua a leggere... Tra i Pigmei del Congo

Una presentazione diversa per un libro diverso. Il libro è “Le cicogne nere” di Abdelfetah Mohamed, presentato venerdì scorso, al Crocifisso della Buona Morte, dalla comunità parrocchiale con brevi e intense testimonianze dell’autore, con canzoni e letture di brani inframmezzate da domande e osservazioni degli intervenuti, in un clima di dialogo e di partecipazione di […]

Continua a leggere... La fuga di Abdelfetah mentre volano le cicogne nere

del 12 agosto 2017 (di )

Migranti economici. Li etichettiamo così per non sentirci in colpa. Usiamo il termine per indicare coloro che non “hanno diritto” a chiedere asilo, non vengono dalla Siria nè da altro paese in guerra di cui parlano i giornali. Costoro è bene che stiano ‘a casa loro’, sono troppi e

Continua a leggere... Migrazioni e saccheggio dell’Africa

del 15 gennaio 2017 (di )

Sono storie tutte uguali e tutte diverse. Storie di giovanissimi migranti in fuga dalla guerra o dalla fame. Sempre dalla violenza. Sono ragazzi approdati a Catania dopo mesi, talora anni, di viaggi e peripezie, dopo aver patito torture e provato sofferenze inenarrabili. Vogliamo restituire loro un po’ di cittadinanza raccontando qualche

Continua a leggere... Violenza e paura, storie di piccoli migranti

Una donna giovane, bella, che parla un inglese fluente e affronta con toni pacati ma decisi un problema spinoso e purtroppo ancora molto diffuso, le mutilazioni genitali femminili. E’ Nice Nailantei Leng’ete, giovane Masai divenuta – a soli 25 anni – ambasciatrice mondiale di Amref Health Africa, organizzazione umanitaria che promuove progetti di salute nelle […]

Continua a leggere... Mutilazioni genitali femminili, cambiare si può

Demba ha poco più di venti anni e viene dal Gambia, il più piccolo e uno dei più poveri stati del continente africano, da cui partono molti giovani alla ricerca di una vita migliore, tutti individuati come “migranti economici” senza diritto all’asilo politico. Lo incontriamo nella sede dell’Arci, divenuta per lui un

Continua a leggere... Una sentenza epocale, la fame è come la guerra

Un paese dove tortura, processi sommari ed esecuzioni sono all’ordine del giorno, il potere viene esercitato in modo brutale da un dittatore che ha spazzato via libertà e democrazia e impedisce l’accesso agli

Continua a leggere... Gambia, dove la dittatura è chiamata ‘pace’