Otto minuti di video per sintetizzare i punti critici del TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership), il trattato di libero scambio e investimento tra Stati Uniti ed Unione Europea. A parlarne è Alfio Furnari, intervistato da Mara di Mauro, del web network Studio 36. Furnari è presidente della sezione siciliana dell’AIAB, Associazione Italiana Agricoltura Biologica, […]

Continua a leggere... Alfio Furnari, cinque ragioni per dire no al TTIP

Nel resto d’Europa si stanno già muovendo, in Italia si comincia appena a parlarne e ancora la maggior parte di noi non conosce nemmeno la sigla. Parliamo del TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership), il trattato di libero scambio tra Unione Europea e Stati Uniti d’America che viene negoziato in

Continua a leggere... No al patto Europa/Usa, segreto, antidemocratico e neocolonialista

del 20 novembre 2014 (di )

Oggi è un giorno speciale per  tutti i bambini del mondo, che 25 anni fa sono diventati per la prima volta titolari di alcuni diritti, quelli sanciti nella Convenzione internazionale dei diritti del fanciullo (ICRC)  firmata a New York il 20 novembre 1989. Grande festa per l’occasione anche a Catania, stamattina alle 9,30 rappresentanti dell’UNICEF, […]

Continua a leggere... Luci e ombre sui 25 anni dei diritti dei bambini

del 4 novembre 2014 (di )

Dubbi sulla cosituzionalità degli accordi tra Governo italiano e USA, vizi e lacune nelle autorizzazioni, legittimità delle sanzioni contro gli attivisti. Queste e altre le questioni che verranno discusse nel convegno, MUOS e No MUOS a giudizio, che si terrà sabato 15 novembre nell’Aula delle Adunanze del Tribunale di Catania. Ce ne parla oggi Nello  […]

Continua a leggere... Avvocati in tribunale per il processo al Muos

Acqua, cibo, qualche capo di vestiario. Chiusi in sacchetti di plastica, vengono ‘lanciati‘ da un gruppo di donne messicane ai migranti che transitano sul ‘treno della morte‘. Così “Las Patronas” danno il loro piccolo contributo per sostenere i giovani che lasciano i paesi poveri del Centro America e intraprendono un viaggio drammatico e con

Continua a leggere... Las Patronas, le madri nutrici dei migranti d’America

Non è una novità che gli USA abbiano scelto Sigonella come capitale dei droni e la Sicilia come piattaforma strategica per le loro operazioni militari nel continente africano, in Afghanistan, Pakistan e via discorrendo. Ne parla da tempo soprattutto Antonio Mazzeo nel suo blog, fornendo dati e cifre. Di recente Repubblica ha pubblicato un documento […]

Continua a leggere... DRONI – AGS, sette domande per saperne di più

del 20 luglio 2013 (di )

Predator un nome che non preannuncia niente di buono. Sono i famosi droni, aerei senza pilota, che da alcuni anni sono stabilmente presenti nella base di Sigonella, da dove, ad esempio, partivano durante la guerra in Libia. Inoltre, come scrive Antonio Mazzeo , accanto “agli aerei killer Sigonella è anche la sede degli

Continua a leggere... Droni, i killer della porta accanto

del 14 marzo 2013 (di )

Il MUOS? Una questione di sovranità nazionale più che di salute pubblica o di difesa dell’ambiente. A dirlo, con naturalezza e decisione non è un esaltato anti-americanista, ma il generale Fabio Mini, che ha ricoperto importanti  incarichi militari in Italia e all’estero, compreso quello di capo di stato maggiore della NATO nel

Continua a leggere... MUOS, una questione di sovranità nazionale

del 28 gennaio 2009 (di )

Nel giorno in cui Obama annuncia il cambiamento negli USA, il ministro della Difesa italiano si gloria di aver trasformato Sigonella nella sede degli aerei spia senza pilota, frutto del programma di Bush di guerra al terrorismo arabo e di accerchiamento della Russia. Un programma che Germania e Spagna hanno già declinato. Ed i piccoli […]

Continua a leggere... Sigonella, il Grande Fratello

del 25 gennaio 2009 (di )

Tratto da: Girodivite, 22/12/2008, Antonio Mazzeo, Con Africom, giungono in Sicilia gli aerei cisterna e da trasporto USA L’istituzione del nuovo comando militare USA per le operazioni nel continente africano, AFRICOM, comporta che una parte delle attività di direzione, controllo ed intervento vengano ospitate dalle maggiori installazioni che le forze armate statunitensi possiedono in Italia. […]

Continua a leggere... Veleni e collisioni nella nuova Sigonella