del 24 maggio 2015 (di )

460 bambini negli asili nido di Catania, questo l’obiettivo da raggiungere secondo l’Amministrazione del capoluogo etneo. Un obiettivo certamente di “basso profilo” per una città metropolitana, nella quale, inoltre, ogni giorno dall’hinterland si riversano migliaia e migliaia di

Continua a leggere... Asili nido, il tempo delle scelte

del 25 gennaio 2015 (di )

50 lavoratrici licenziate, un servizio-diritto, quello degli asili nido, che, di fatto, verrà negato ai cittadini catanesi. Si è conclusa nel peggiore dei modi una lunga vertenza che ha visto le lavoratrici degli asili (educatrici e ausiliarie), affiancate da tutte le forze sociali della Città, difendere un

Continua a leggere... Asili nido, la soluzione peggiore

del 12 gennaio 2015 (di )

Diminuisce il numero dei bambini (da 0 a 3 anni) iscritti negli asili nido del comune di Catania e si avviano i procedimenti per la riduzione del personale. Mobilità interna per una parte cospicua delle educatrici (dipendenti del Comune), licenziamenti per oltre il 50% delle ausiliare (dipendenti delle

Continua a leggere... Asili Nido, cronaca di un taglio annunciato

Cosa debbo fare per iscrivere mia nipote all’asilo nido comunale? A chi lo chiedo? Con l’aiuto del nipote più grande vado su internet, mi faccio aprire il sito del Comune di Catania e d’istinto vado alla voce ‘informazioni al cittadino’ e quindi, sul menu a sinistra, alla voce ‘asili e scuole’. Si apre la sezione […]

Continua a leggere... Il labirinto del sito del Comune: altolà, chi va là, password

La riapertura delle scuole dopo le vacanze natalizie ha messo un punto fermo alla vicenda dei 14 asili nido del Comune di Catania. La loro paventata chiusura è stata scongiurata e il loro servizio è ripartito con le nuove regole definite dalla Giunta Bianco. Il rischio era infatti che, in conseguenza del Piano di rientro […]

Continua a leggere... Asili nido, quando il movimento incide sulla politica

A fronte di una città distratta o magari intenta a leccarsi mille altre ferite, la scuola pubblica a Catania rischia di incassare un altro duro colpo. E’ vero che i vincoli di bilancio e i tagli ai trasferimenti da parte del governo centrale stanno mettendo a dura prova le capacità di molte amministrazioni, costringendole ad […]

Continua a leggere... Asili nido, convenienti per i ricchi, inarrivabili per i poveri

Invitando l’assessore al bilancio, Giuseppe Girlando ad un incontro sui debiti del comune di Catania, CittàInsieme ha iniziato un percorso di confronto con la nuova amministrazione comunale, allo scopo di ottenere trasparenza e ‘verità’ -per usare le parole del moderatore Fabio Viola- sulle scelte che vengono via via operate. L’ammontare del debito (241 milioni al […]

Continua a leggere... Girlando a CittàInsieme, il piano di rientro può essere modificato

del 3 marzo 2011 (di )

Uno studio commissionato dall’Assessorato alla Famiglia della Regione Sicilia disegna un quadro demografico e sociale per molti aspetti preoccupante, sfatando il mito di un Sud iperprolifico. Una popolazione isolana che non cresce, se non con l’apporto delle presenze extracomunitarie e, in particolare, un decremento della fascia da 0 a 2 anni di 5000 unità negli […]

Continua a leggere... La Sicilia non è un paese per bambini

del 15 marzo 2010 (di )

I dati sulla condizione delle donne e delle lavoratrici in Sicilia non sono confortanti: il tasso di attività femminile, ossia la percentuale di siciliane che dichiarano di lavorare o di cercare occupazione, è fermo al 35 per cento: due siciliane su tre sono fuori dal mercato del lavoro, ed esercitano lavori casalinghi di cura. La […]

Continua a leggere... Sicilia, donne e lavoro