Strade sporche, rifiuti abbandonati ovunque. Di chi è la responsabilità? Delle amministrazioni comunali o dei cittadini? Di entrambi, potremmo rispondere. E non sbaglieremmo. Ma sarebbe una constatazione scontata e sostanzialmente inutile. A cambiare subito qualcosa a partire da noi, dalle nostre abitudini quotidiane, ci invita Danilo

Continua a leggere... Danilo Pulvirenti: città pulite? ognuno faccia la propria parte

Mobili, elettrodomestici, biciclette, giocattoli destinati ad essere buttati via. Sta nascendo da questi ‘rifiuti’, creativamente trasformati in altri oggetti da immettere sul mercato, il progetto di upcycling FIERI (Fabbrica Interculturale Ecosotenibile del Riuso). Un progetto “esemplare” che la Fondazione con il Sud ha selezionato all’interno della propria Iniziativa Immigrazione, un bando del 2014 per favorire […]

Continua a leggere... FIERI, un progetto esemplare per contrastare spreco ed emarginazione

del 3 marzo 2016 (di )

Porta a porta per tutta la città, un totale di 7 isole ecologiche (due già funzionanti, in viale Nettuno e a Picanello, una con bando in corso in via Generale Amelio, altre quattro già individuate), 30 ecopunti mobili in alcune piazze della città (5 per ogni quartiere) per permettere a tutti i cittadini di conferire […]

Continua a leggere... Rifiuti a Catania, l’appalto che verrà

del 8 aprile 2015 (di )

Già compreso nel ristretto club dei ‘borghi più belli d’Italia’, Ferla, un Comune degli Iblei siracusani interno alla valle dell’Anapo, ce la sta mettendo tutta per diventare anche un paese virtuoso, a partire dalla riscoperta del territorio come il più importante patrimonio della comunità che va quindi difeso e

Continua a leggere... Ferla, un borgo bello e virtuoso

del 28 novembre 2014 (di )

Catania è una città sporcacciona. Lo è più di Firenze ma anche più di Palermo. E’ uno dei dati comunicati nel corso dell’incontro che si è tenuto lunedì scorso nella sala Bonaventura di via Sangiuliano sul tema “Catania. Costruiamo l’alternativa rifiuti zero”, organizzato da

Continua a leggere... Rifiuti porta a porta, si consultino i cittadini

Lo sostiene da tempo Danilo Pulvirenti, chimico catanese, presidente di Rifiuti Zero Sicilia: il cambiamento deve iniziare dai piccoli comuni. E qualcosa in realtà comincia a muoversi. Le proposte avanzate dall’associazione, soprattutto là dove le amministrazioni si dimostrano più sensibili, cominciano a coinvolgere la popolazione e aprono la strada ad una diversa gesione degli scarti, […]

Continua a leggere... Dal letame nascono i fior, e dai fiori … il compost

  COMUNICATO STAMPA   Nelle scorse settimane l’Autorità Giudiziaria ha portato alla luce presunti fatti di corruzione che concorrono a dimostrare come un settore amministrativo quale quello della gestione e dello smaltimento di rifiuti «caratterizzato – così afferma una nota della Questura di Palermo – da una stratificazione normativa e da un complesso e macchinoso […]

Continua a leggere... Rifiuti, associazioni chiedono trasparenza nelle nomine e negli appalti

Arriva dall’associazione Rifiuti Zero una proposta di collaborazione con il Comune di Catania, che sembra si stia avviando verso una più corretta gestione dei rifiuti. Il regolamento della Iuc (Imposta Unica Comunale, in cui confluirannno le imposte sugli immobili e sui rifiuti) approvato di recente dalla Giunta prevede infatti una premialità sia per i cittadini […]

Continua a leggere... Rifiuti Zero, si prospetta una collaborazione con il Comune?

Sembra un bazar e in un certo senso lo è. Nel seminterrato di via Montenero 8, sede del mercatino di Mani Tese, trovi infatti di tutto, capi di vestiario, giocattoli, oggetti per la casa, mobili, libri. Tutto rigorosamente usato. Raggruppati in un ordinato disordine, piatti, ceste e vecchie biciclette possono essere proprio l’oggetto che cercavi […]

Continua a leggere... Festa del Riuso a Mani Tese, le tante vite degli oggetti

Invitando l’assessore al bilancio, Giuseppe Girlando ad un incontro sui debiti del comune di Catania, CittàInsieme ha iniziato un percorso di confronto con la nuova amministrazione comunale, allo scopo di ottenere trasparenza e ‘verità’ -per usare le parole del moderatore Fabio Viola- sulle scelte che vengono via via operate. L’ammontare del debito (241 milioni al […]

Continua a leggere... Girlando a CittàInsieme, il piano di rientro può essere modificato