del 19 April 2014 (di )

Riflettori puntati sull’Africa, il continente dimenticato da tutti tranne che da multinazionali e speculatori che ne sfruttano le ricchezze. E’ il CoPE (Cooperazione Paesi emergenti), una ONG nata a Catania ad opera di volontari, a tenere accesi questi riflettori sin dal 1989 e ad essere presente

Continua a leggere... Cooperare con il CoPE

del 23 February 2014 (di )

Basta con le slot machine. Evviva i giochi di relazione anche fatti per strada. Sulla base di queste parole d’ordine un nutrito gruppo di persone, molti giovani, anche studenti liceali, ha partecipato ieri pomeriggio allo ‘slotmob’ organizzato in via Ventimiglia 148, davanti al Bar Coppola, l’esercizio commerciale che, andando controcorrente, rifiuta di ospitare le macchinette […]

Continua a leggere... SlotMob contro le macchinette mangia-cervello

del 20 February 2014 (di )

Responsabilità, organizzazione, velocità, coordinamento, spazi, rete, autonomia, relazione, identità. Queste le nove parole che i nove circoli (quasi dieci) dell’Arci hanno scelto in occasione del loro quinto Congresso Territoriale. Oltre alla scelta di una diffusione in diretta e podcast su Radiomatria.org, è stata prediletta la disposizione dei partecipanti in cerchio, simbolo di

Continua a leggere... L’Arci si racconta in 9 parole

del 3 December 2013 (di )

Una bella e intensa festa quella che si è svolta a Catania il 5 novembre per ricordare i venti anni de La Città Felice. Un’associazione che ha messo al centro del suo operare il tema della città e della cura, dell’attenzione e dell’interesse per le architetture, i luoghi, gli spazi e le persone che le […]

Continua a leggere... I venti anni della Città Felice

Getting to zero, arrivare a zero: zero infezioni, zero discriminazioni, zero morti. Questo “lo slogan” del 1° dicembre 2013, giornata mondiale per la lotta contro l’AIDS. Un obiettivo ambizioso, ma possibile, per il quale occorre invertire la tendenza a parlare sempre meno di questi temi e mobilitare tutte le risorse possibili, a cominciare da un […]

Continua a leggere... Lila e Aids, zero infezioni, discriminazioni e morti

Domenica 11 agosto, intorno alle 19,00, un bambino di circa 8 anni scavalca il cancello della scuola Andrea Doria di Catania e prova a fuggire. All’esterno viene bloccato dai volontari che, dal giorno dello sbarco, testimoniano la loro solidarietà ai migranti. Sì, il bambino fa parte del gruppo della Plaia, come i sei che non […]

Continua a leggere... Per i migranti morti, lutto cittadino. Per i vivi, quale accoglienza?

Con l’estate sono tornati i barconi dei migranti, gli sbarchi a Lampedusa, il sovraffollamento dei CIE e il pericolo di rivolte, le immagini dei mass-media con ‘folle’ inquietanti di uomini neri da cui ci sentiamo minacciati. Solo evitando la reazione emotiva e ascoltando la voce dei numeri ci

Continua a leggere... Italia, neanche i migranti vogliono restarci

Prima l’Isola della Correnti, oggi i “laghetti” di Cava Grande. Una maledizione sembra abbattersi su alcuni dei più bei siti naturalistici della Sicilia, presenti nel siracusano. Diversamente dalle favole, però, in questo caso non ci sono orchi cattivi. Più semplicemente, interessi economici e speculativi sembrano farla da padroni. Come scrive Giovanni Scalia sul

Continua a leggere... Cava Grande del Cassibile, fine di un sogno?

Non sono solo poliziotti o carabinieri le vittime di mafia immortalate nel murales realizzato da Addio Pizzo sul muro del carcere di piazza Lanza. Accanto al maresciallo Alfredo Agosta, al commissario Beppe Montana, all’ispettore Giovanni Lizzio e all’agente di polizia penitenziaria Luigi Bodenza, ci sono infatti anche un giornalista, Pippo Fava, l’imprenditore Libero Grassi, l’avvocato […]

Continua a leggere... Le vittime della mafia sul muro di piazza Lanza

del 21 April 2013 (di )

Mentre continua ad aumentare a Catania il numero degli esercizi commerciali che chiudono i battenti, sembra trovare sempre più spazio il mercato dell’usato. Si diffonde quello improvvisato di chi espone la propria mercanzia di domenica per le strade del centro storico (purtroppo a volte proveniente da furti nelle abitazioni), ma anche quello on-line e quello […]

Continua a leggere... Usato market, per non sprecare