del 3 agosto 2012 (di )

Libero Grassi, Pippo Fava, Mauro Rostagno, Falcone e Borsellino. Ora, nel trentesimo anniversario dell’uccisione, anche le vite di Pio La Torre e di Rosario Di Salvo diventano un fumetto. Si tratta di un fumetto “d’azione civile” che il Centro studi Pio La Torre presenta nel numero del 30 luglio di AsudEuropa e che riesce a […]

Continua a leggere... La marcia di Pio La Torre in un fumetto

Indecisi, preoccupati, pessimisti sul loro futuro. Sono così , all’indomani della maturità, gli studenti siciliani che non sanno neppure cosa fare, a quale facoltà iscriversi, nè intravedono prospettive di lavoro. Così una indagine realizzata dall’Istituto Nazionale di Ricerche Demopolis tra gli studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori dell’Isola ripresa in un interessante dossier da A […]

Continua a leggere... Studenti siciliani, indecisi, tar-tassati, senza futuro

Pio La Torre si rivolterebbe nella tomba. I beni sequestrati ai mafiosi, in forza di una legge che reca il suo nome, vengono restituiti agli stessi, e su un vassoio d’argento, dalle amministrazioni pubbliche, le stesse che dovrebbero garantire moralità e trasparenza. E’ accaduto a Palermo, dove l’amministrazione comunale, senza attendere l’ok della Prefettura, ha assegnato […]

Continua a leggere... Beni confiscati alla mafia. E’ sempre Cosa loro

In Regione l’MPA, dopo l’UDC, ha estromesso parte del PdL e ha imbarcato in modo ormai organico il PD, i rutelliani e i finiani, ma a Roma ha contribuito a far passare la mozione di fiducia al Governo Berlusconi Alla Provincia di Catania il presidente Castiglione minaccia di estromettere, si presume per rappresaglia, la

Continua a leggere... Il battello ebbro della politica e i morsi della crisi economica reale

del 10 maggio 2010 (di )

Ormai non passa giorno in cui non dobbiamo leggere di scuole in difficoltà economiche tali da non riuscire a gestire nemmeno l’ordinaria amministrazione, eppure ci sono tante istituzioni scolastiche che, malgrado queste e altre difficoltà, continuano ad essere baluardo di formazione civile e centri di elaborazione culturale. E’ questa la prima impressione che suscita la […]

Continua a leggere... A scuola di antimafia

del 1 febbraio 2010 (di )

Rosarno non è solo in Calabria. E’ qui vicino a noi, nel Ragusano o a Termini come in tutta la Sicilia, ovunque ci siano colture, giardini e serre. E dire che una volta eravamo noi siciliani a subire razzismo, sfruttamento e violenza. Stavolta sono stati dei meridionali, i calabresi, a scatenare la caccia all’uomo, all’uomo […]

Continua a leggere... Quando i migranti erano siciliani

del 1 luglio 2009 (di )

Neanche il vocabolario dà più certezze! Una volta col termine ‘escort‘ si indicava semplicemente un modello di auto di una nota casa tedesca, oggi serve ad indicare un certo tipo di personale ‘precario’ impiegato nei palazzi del potere. Analogamente, mentre in un qualsiasi manuale di diritto commerciale col termine ‘fallimento‘ si indica la situazione di […]

Continua a leggere... Un dissesto tira l’altro