del 29 gennaio 2010 (di )

Riciclaggio di denaro sporco, business del cemento e del movimento terra, alleanza con le nuove classi dirigenti di imprenditori e amministratori pubblici: “nel carrello della spesa il nuovo volto di Cosa nostra“. E’ la lucida analisi che abbiamo trovato in Linus del gennaio 2010 (Il granaio d’Italia di Walter Molino) “842 mila metri quadri: Terreno […]

Continua a leggere... Se il centro commerciale è Cosa nostra