L’ha scritta di getto reagendo alle dichiarazioni del candidato pentastellato Cancelleri sul ruolo delle Soprintendenze. La lettera che oggi pubblichiamo, inviata a Cancelleri da una archeologa della Soprintendenza di Siracusa, pur dettata dalla irritazione per le

Continua a leggere... Soprintendenze, qualificarle per contrastare abusi e abusivismo

E’ trascorso un anno dalla demolizione della villa di via Ciccaglione 56, un edificio di inizio novecento, un tempo di proprietà del marchese Spinelli. Tra lasciti e vendite, è passato successivamente nelle mani di

Continua a leggere... Villa demolita in via Ciccaglione, era un bene vincolato?

del 16 luglio 2016

Di recente le Soprintendenze siciliane sono entrate nella cronaca per le conferme e le nuove nomine dei loro dirigenti. A noi, interessati alla difesa dei beni comuni, tanto più se attinenti al nostro patrimonio artistico, archeologico e paesaggistico, la questione è parsa importante e abbiamo voluto capirne qualcosa di più. Lo abbiamo fatto nel modo […]

Continua a leggere... Nomine soprintendenze, quali i criteri?

del 12 ottobre 2012

E’ un diffuso luogo comune notare come, a fronte di una presenza di risorse culturali e ambientali in molti casi uniche al mondo, il loro utilizzo turistico sia sicuramente sottodimensionato. Solo qualche giorno addietro leggevamo il lamento del rappresentante di un’associazione catanese di tassisti che denunciava non solo la

Continua a leggere... Turismo in Sicilia? Chiuso per siesta

Una recente pubblicazione analizza le modalità con cui i musei e, più in generale, le nostre istituzioni culturali utilizzano le grandi potenzialità offerte dal web per proporsi ad un pubblico più vasto. Abbiamo chiesto a Federica Santagati, storica dell’arte e docente presso l’Università di Catania, di recensirlo per noi. ** Il volume di Elisa Bonacini […]

Continua a leggere... I musei siciliani e il web, una risorsa sottoutilizzata

COMUNICATO STAMPA   Il nostro applauso e tutto il nostro appoggio alla denunzia di Pinella Leocata apparsa su La Sicilia di martedì 21 agosto, in merito al totale disinteresse del governo regionale per la manutenzione dei nostri beni culturali. I beni culturali, sono “nostri” perché appartengono a tutti noi, alla collettività; sono “beni” perché potrebbero […]

Continua a leggere... CittàInsieme sullla gestione dell’anfiteatro romano di Catania

Ormai sepolta fra i palazzi circostanti, in via Verri, alle spalle della Caserma dei Vigili del fuoco, resiste ancora la settecentesca chiesa di S. Maria degli Angeli o dei Cappuccini vecchi, ultimo residuo di un convento dei padri Cappuccini che sorgeva sulla strada che dalla città conduceva al sobborgo di Cibali. Questa cappella, è tornata […]

Continua a leggere... Del cattivo uso dei beni artistici: la chiesa di S. Maria degli Angeli o dei Cappuccini vecchi

del 14 maggio 2010

Ieri sera cinema all’aperto, ma presto riaprirà la ciclofficina e riprenderanno altre di quelle attività del Centro Popolare Occupato Experia che erano state interrotte a causa dello sgombero dell’autunno scorso. Dopo tre settimane passate a rimuovere erbacce e rifiuti, e a rimettere un po’ in ordine il cortile, insieme agli abitanti dell’Antico Corso, la Sacrestia […]

Continua a leggere... Giardino popolare occupato

del 24 dicembre 2008

Tratto da: Blumedia; M. Vucotich, Tagli alla musica, il no di Camilleri In un momento in cui tutti parlano di meritocrazia, in Sicilia si trova sempre il modo per andare controcorrente, soprattutto nel campo delle attività culturali. Una ventina di associazioni musicali storiche siciliane stanno denunciando il rischio di dover chiudere perché l’Assessore regionale ai […]

Continua a leggere... Per non spegnere la musica in Sicilia