Maroni lo aveva inaugurato, Salvini lo ha chiuso. Stiamo parlando del Cara di Mineo, la mega struttura che ha ospitato nei momenti più caldi migliaia di migranti in attesa che si decidessero le loro sorti, accoglienza o espulsione. Una struttura costruita nel nulla che non poteva offrire

Continua a leggere... Chiude il CARA di Mineo, dal business alla propaganda

Sta chiudendo il Centro Richiedenti Asilo di Mineo, una chiusura richiesta da tempo da chi conosceva bene la situazione di emarginazione di chi era ‘ospitato’ in questo ghetto. Salito agli onori della cronaca per

Continua a leggere... CARA di Mineo, verso la chiusura del ghetto

Una testimonianza sul CARA di Mineo ci è stata inviata da un’operatrice che vi lavora da tempo. Salute e trasporti sono oggi le maggiori criticità. Cresce l’isolamento di

Continua a leggere... CARA di Mineo, la testimonianza di una operatrice

Una presentazione diversa per un libro diverso. Il libro è “Le cicogne nere” di Abdelfetah Mohamed, presentato venerdì scorso, al Crocifisso della Buona Morte, dalla comunità parrocchiale con brevi e intense testimonianze dell’autore, con canzoni e letture di brani inframmezzate da domande e osservazioni degli intervenuti, in un clima di dialogo e di partecipazione di […]

Continua a leggere... La fuga di Abdelfetah mentre volano le cicogne nere

del 20 aprile 2017 (di )

Il luogo scelto per il convegno, la sala conferenze del Borghetto Europa, non può dirsi invitante. E’ squallido e claustrofobico, con vistose macchie di umidità nel soffitto, un guardaroba con grucce raccogliticce a vista, un solo wc per nulla accogliente. Il convegno in

Continua a leggere... Asp e migranti, un progetto in e out

del 30 luglio 2015 (di )

Una delegazione di parlamentari europei (Commissione Bilancio e Libertà Civili), la settimana scorsa, dopo aver visitato il Centro di primo soccorso ed accoglienza di Pozzallo, si è recata presso il CARA di Mineo. L’amministratore delegato della struttura (Roberto Roccuzzo) e il

Continua a leggere... CARA di Mineo, un’inutile passerella

Quali contributi sono previsti per le strutture a cui vengono indirizzati i migranti dopo gli sbarchi? Una bella domanda, anche perché, come abbiamo spesso ripetuto su Argo e come rivelano le recenti inchieste della magistratura, l’accoglienza degli immigrati può rivelarsi un vero business ma risente anche di una organizzazione che -quanto meno- può considerarsi inadeguata. […]

Continua a leggere... Strutture per piccoli migranti, inadeguata l’offerta

del 26 marzo 2015 (di )

Una grande busta gialla proveniente dalla Costa d’Avorio è arrivata qualche giorno fa al Centro Astalli. Conteneva un documento che certifica la data di nascita di Bakary, un ragazzo ivoriano ospitato fino a qualche giorno fa alla Casa don Pino Puglisi, immobile sequestrato alla mafia che il Comune ha dato in

Continua a leggere... Bakary, dalla Costa d’Avorio al Cara

del 7 marzo 2015 (di )

Raffaele Cantone, Presidente della Autorità Nazionale Anti Corruzione, ha espresso un giudizio chiaro sul mega appalto di 100 milioni di euro che il consorzio “Calatino terra di accoglienza” ha stipulato lo scorso anno per il rinnovo dei servizi di gestione del Centro. Una gara «lesiva della concorrenza, parziale, senza

Continua a leggere... Cara di Mineo, un appalto su misura

“Rivoluzioni violate. Primavera laica, voto islamista”. L’ultimo lavoro della giornalista Giuliana Sgrena è diventato occasione per discutere, a Catania, di diritti dei migranti, integrazione multiculturale e derive terroristiche. In un mondo sempre più complesso e

Continua a leggere... Sgrena a Catania, sensibilità comune mediterranea