No, non si tratta di mail, di sms o di messaggi whatsapp. Stavolta la comunicazione avviene tramite un epistolario, come si usava tanto tempo fa: si tratta di lettere, lettere vere e proprie. Quelle, per intenderci, attraverso le quali potevamo

Continua a leggere... La luce della Jnestra, ovvero le parole della libertà

del 13 agosto 2019 (di )

Un cancello che si apre o si chiude al nostro passaggio non ha nulla di speciale, a meno che non sia quello di un carcere. Acquista, in questo caso, un carattere fortemente simbolico e con emozione viene rievocato da Katya Maugeri nel suo libro “Liberaci dai nostri mali” (Villaggio Maori Edizioni), che racconta i colloqui […]

Continua a leggere... Oltre le sbarre, sette detenuti si raccontano

del 19 aprile 2018 (di )

Sono il 30% della popolazione carceraria siciliana, anche il 60% vicino ai luoghi di sbarco. Parliamo dei detenuti stranieri della nostra Regione, dei quali non si occupa nessuno, o quasi. Non hanno in loco famiglie a cui appoggiarsi, anche solo per un cambio di biancheria, non conoscono la

Continua a leggere... Oltre i confini, l’inclusione possibile

Dal terrorismo con la dura appendice del carcere e dalla breve esperienza femminista, un lungo filo rosso l’ha condotta a quello che è adesso, a interessarsi di marginalità ma anche di riscatto, di sofferenza ma anche di forza, di voglia di reagire. Susanna Ronconi, ricercatrice del Forum droghe,  ha presentato nei giorni scorsi nella sede […]

Continua a leggere... Susanna Ronconi alla Lila: “Recluse” ma non vittime

del 29 ottobre 2014 (di )

Una riflessione sui nuovi scenari legati all’uso terapeutico dei cannabinoidi e sulle eventuali azioni da intraprendere per far nascere un’organizzazione no profit sul modello dei Cannabis Social Club, che si stanno diffondendo in Europa. Questi i temi discussi dalle persone, diverse per età, interessi e condizioni di lavoro, che si sono incontrate il 23 ottobre […]

Continua a leggere... Marijuana, droga o terapia?

del 16 aprile 2014 (di )

Nel Febbraio di quest’anno la Corte Costituzionale ha “bocciato” la legge sulle droghe (Fini-Giovanardi) che equiparava droghe leggere e pesanti, facendo così rivivere la legge Iervolino-Vassalli (modificata dal referendum del 1993) che prevede pene più basse per le prime. In questo quadro significativamente mutato, lo scorso 14 aprile al teatro Piscator di Catania, la LILA […]

Continua a leggere... Dipendenze, sperimentare nuovi sguardi

Meno carcere e più misure alternative. Ce lo chiede anche l’Europa, ma lo suggerisce soprattutto la sensibilità degli operatori più attenti del settore carcerario, in particolar modo quelli che lavorano a contatto con i minori e cercano di offrire a loro concrete opportunità di reinserimento sociale. Lo fanno sicuramente la direttora e gli educatori dell’Istituto […]

Continua a leggere... Marco, ‘giovane adulto’ in cerca di riscatto

del 7 aprile 2014 (di )

Sempre attenta alle violazioni dei diritti  non solo delle donne ma anche dei bambini, la rivista Mediterranea dell’Udi di Catania segnala nel suo numero di marzo la rubrica “Voices from Prison”, condotta da Shira Ayal, attivista dell’ong israeliana Hotline for Refugees and Migrants, che ha visitato più volte i richiedenti asilo di origine africana che […]

Continua a leggere... Israele e i piccoli detenuti africani

Il teatro è bellissimo: blu come un sottomarino, così come l’hanno voluto i ragazzi dell’Istituto Penale Minorile di Bicocca, un sottomarino perduto dentro un mare profondo, il resto del mondo lontano e dimenticato, lavato da tutta quell’acqua. Elvira Iovino del Centro Astalli chiede ai detenuti:”Sapete cos’è il cuntu siciliano? Avete mai sentito le storie antiche […]

Continua a leggere... Un ‘cuntista’ al carcere minorile di Catania

del 17 luglio 2013 (di )

Sovraffollato e fatiscente, questo nell’opinione pubblica è il carcere di piazza Lanza. Ma le cose stanno proprio così? Per conoscere quale sia l’attuale situazione della casa circondariale, abbiamo posto alcune domande ad Elisabetta Zito, che la dirige dal 2011 dopo aver svolto per anni il ruolo di vicedirettora. “Il carcere è ancora sovraffollato, anche se […]

Continua a leggere... Piazza Lanza, chi disprezza …vuol comprare