A quasi venti anni di distanza “i fantasmi di Porto Palo”, ovvero centinaia di migranti morti, tra il 25 e il 26 dicembre del 1996, nel siracusano, dei quali, per anni, fu negata l’esistenza, grazie all’iniziativa 1.200 kilometri in bici sono tornati al centro delle cronache, con una precisa richiesta alle istituzioni europee: attivarsi per […]

Continua a leggere... Ancora sui fantasmi di Porto Palo e sul naufragio negato

del 23 giugno 2013 (di )

La battaglia che ci ostiniamo a combattere contro alcune migliaia di esseri umani che fuggono da guerre, persecuzioni politiche e carestie, passa anche per le parole che usiamo per definire questa gente e le loro azioni. Queste parole, usate a piene mani dai media e divenute correnti nel linguaggio di una buona parte degli italiani, […]

Continua a leggere... Clandestini, le parole della paura

del 19 maggio 2012 (di )

Cassibile, Siracusa. Ogni anno da aprile a giugno, in occasione della raccolta delle patate, ai circa 5.000 residenti (trecento provengono dal Marocco) si aggiungono diverse centinaia di migranti. Delle condizioni di vita e di lavoro dei migranti, abbiamo parlato con Alfonso Di Stefano, esponente della Rete Antirazzista Catanese. I problemi sono legati innanzitutto alla

Continua a leggere... I caporali di Cassibile

del 3 giugno 2011 (di )

Con i rifugiati a Mineo, con i migranti a Catania, perché la solidarietà e la lotta per i diritti vanno praticate, con continuità e coerenza, dove la situazione lo richiede. Erano presenti anche durante il recente sgombero del Palazzo delle Poste ed è con loro, B. Crivelli e A. Distefano (componenti della Lega Antirazzista di […]

Continua a leggere... Palazzo delle Poste, ingiustizia è fatta

del 25 novembre 2010 (di )

Prima Brescia, poi Milano, ora in Tutta Italia! La sanatoria del settembre 2009 – oramai l’unico mezzo possibile in Italia per emergere dal lavoro nero e dalla clandestinità – si rivolgeva, infatti, solo a due categorie di lavoratori (colf e badanti), escludendone così la stragrande parte. Il pagamento di una tassa di € 500, la […]

Continua a leggere... Contro la sanatoria truffa

Pare siano arrivati su un peschereccio d’altura, i circa 130 migranti che sono stati intercettati al largo e costretti ad approdare ieri sulla nostra costa dall’intervento della Guardia di finanza, dopo una notte definita da La Sicilia “rocambolesca”. E’ la conferma che gli sbarchi continuano. Sono cambiate le modalità, vale a dire i mezzi di […]

Continua a leggere... Migranti, in carcere al Palanitta e senza avvocato

del 26 settembre 2009 (di )

Una riflessione sulle contradizioni e sulle assurdità contenute nella legge che permette la regolarizzazione di colf e badanti ci viene da una testimonianza personale pubblicata sul sito di Libertà e Giustizia del 9 settembre scorso, a firma di Patrizia Rettori. Ecco il testo Questa è una storia personale, ma può essere utile a chi si […]

Continua a leggere... Se regolarizzare vuol dire denunciare

del 23 agosto 2009 (di )

Almeno 70 eritrei morti di stenti dopo essere stati giorni e giorni in balia del mare senza che nessuno li soccorresse. I pochi sopravvissuti adesso rischiano l’incriminazione per immigrazione clandestina,   … INTANTO, SUL SITO FACEBOOK  DELLA LEGA NORD IMPAZZA IL GIOCO:  “RIMBALZA IL CLANDESTINO”  Come scrive M. Pasqua su Repubblica del 21 agosto  (ma […]

Continua a leggere... Le radici cristiane dell’Europa

del 29 maggio 2009 (di )

Rinviato a giudizio il giornalista dell’Espresso Fabrizio Gatti, accusato di aver fornito false generalità per entrare nel Centro di accoglienza di Lampedusa, al fine di redigere un reportage sulla condizione degli immigrati clandestini. Il processo inizierà il primo luglio ad Agrigento. Per leggere (o rileggere) l’articolo di Gatti sull’Espresso  http://espresso.repubblica.it/dettaglio-archivio/1129502 Per leggerlo nell’archivio di Argo […]

Continua a leggere... Gatti ovvero i rischi dell’informazione