Tumori, obesità, diabete, infertilità, disturbi neurologici potrebbero avere origine da una famiglia di inquinanti chimici presenti in molti materiali di uso comune, gli interferenti endocrini. Queste sostanze sono rintracciabili in cosmetici, pesticidi e alcuni tipi di plastiche, vale a dire in oggetti di

Continua a leggere... Interferenti endocrini e malattie, i silenzi dell’Europa

E domani sarà ancora ‘primo maggio’. Una festa del lavoro che ha perso molto del suo smalto in un tempo in cui il lavoro non c’è o è sempre più precario, più esposto ai ricatti, con meno garanzie. Una situazione che non sembra avere prospettive di miglioramento, non certo con il renziano Jobs Act. Si […]

Continua a leggere... Dal TTIP minacce alla democrazia e ai diritti dei lavoratori

del 24 gennaio 2013 (di )

E’ proprio vero che la crisi economica porta spesso cattivi consigli. Sembra infatti che sia allo studio del Ministero della Difesa il progetto di riconvertire l’Arsenale navale di Messina in un centro per smaltire navi militari della Nato in disarmo. L’allarme è stato sollevato anche in sede parlamentare e il Ministro Di Paola, chiamato in

Continua a leggere... A Messina una discarica di navi militari?

del 21 ottobre 2010 (di )

Con una interrogazione scritta Sonia Alfano, parlamentare europea, ha chiesto alla Commissione di introdurre a livello europeo il reato di associazione mafiosa, prevedendo anche una normativa comune per la confisca e il sequestro di beni riconducibili alla mafia. La richiesta parte dalla constatazione che la mancanza di questi strumenti rende più difficile il contrasto delle […]

Continua a leggere... Esportiamo la lotta alla mafia

del 9 gennaio 2010 (di )

Se si trattasse dell’ennesimo reato consumato nella nostra Città probabilmente non farebbe notizia. Stavolta, però, autore dello scippo è il Governo Nazionale mentre la parte offesa è il quartiere catanese di Librino. Come hanno denunciato Angelo Villari e Giusi Milazzo (rispettivamente segretario della CGIL Catania e segretaria confederale): “Con il decreto milleproroghe del 30 dicembre […]

Continua a leggere... Scippo a Librino

“La Commissione Europea investirà 64 milioni di euro nello sviluppo delle proprietà sequestrate alle mafie nell’Italia meridionale.” Lo ha affermato il commissario europeo alla politica regionale Pawel Samecki, come leggiamo nel numero 43 di asud’europa (UE: incentivi all’uso sociale dei beni di mafia di Maria Tuzzo). Samecki ha, inoltre, dichiarato “Uno dei principali ostacoli allo […]

Continua a leggere... L’Europa incentiva l’uso sociale dei beni sequestrati alla mafia

del 6 settembre 2009 (di )

Il Centro Astalli – servizio dei gesuiti per i rifugiati – insieme ad altre associazioni, tra cui il Gruppo Abele, la Comunità di Sant’Egidio, la federazione delle Chiese Evangeliche, Arci e Libera, ha chiesto alla Commissione Europea, al Comitato Onu per i Diritti Umani e al Consiglio d’Europa, di intraprendere una procedura di infrazione nei […]

Continua a leggere... Legge di Antigone e legge di Creonte

del 3 giugno 2009 (di )

Certo, una campagna elettorale tutta “papi & Noemi” non ha aiutato molto le persone a chiarirsi le idee sul ruolo e sul peso effettivo che ha il Parlamento europeo che stiamo andando a rinnovare. Eppure, contrariamente a quanto pensa il comune elettore, non è affatto vero che esso sia privo di poteri rispetto, ad esempio,

Continua a leggere... A che serve il Parlamento europeo?