Luca Odevaine, coinvolto appieno nel “ramificato sistema corruttivo” che utilizzava il metodo mafioso pur non avendo legami con altre organizzazioni meridionali, è consulente del Consorzio Calatino Terra d’Accoglienza, che gestisce il CARA  (Centro di Accoglienza per i migranti) di Mineo. E’ la cosiddetta ‘Mafia Capitale’, che usava -secondo la Procura di Roma_ il  “sistema Odevaine” […]

Continua a leggere... L’inchiesta romana Mafia Capitale scuote il Cara di Mineo