A referendum concluso rimangono attivi a Catania, in altre provincie siciliane e a livello nazionale, i Comitati per il NO. Oltre che approfondire l’analisi dei risultati del referendum essi intendono non disperdere le proprie forze ed impegnarsi sul fronte della legge elettorale. Un proposito interessante ma proficuo solo se verranno individuati obiettivi concreti e praticabili, […]

Continua a leggere... La sfida dei mercati globali alle Costituzioni, spunti di riflessione

del 7 aprile 2015 (di )

Niscemi 4 aprile 2015. Nei volti dei tanti giovani e meno giovani che hanno dato vita alla manifestazione davanti alla base della Marina militare statunitense si leggeva la gioia di una prima vittoria e la voglia di ribadire il no, senza se e senza ma, al Muos. Un no reso più forte dai

Continua a leggere... No Muos e No Panebianco

E dopo la scuola l’Università. La denuncia viene da un docente dell’ateneo catanese, Santo Di Nuovo, che evidenzia i problemi più importanti, i tagli, la scelta di privilegiare solo alcuni atenei ‘di valore’, il venir meno del diritto di tutti ad avere una formazione di qualità. Ecco il suo intervento. Fa piacere che qualcuno, come […]

Continua a leggere... C’era una volta l’università pubblica statale…

del 30 marzo 2015 (di )

All’inizio era la ‘buona scuola’ di Renzi, oltre 130 pagine, sicuramente accattivanti e curate nella grafica, per annunciare, urbi et orbi, la fine del precariato (quasi 150.000 assunzioni) e ribadire la centralità, e l’importanza, dei

Continua a leggere... C’era una volta la scuola pubblica statale

del 9 marzo 2015 (di )

“Contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti”. Questo è lo strumento misterioso che, a sentire Renzi, dovrebbe eliminare il dualismo tra lavoratori di serie A e di serie B, tra insiders e outsiders nel mercato del lavoro. Il decreto attuativo della

Continua a leggere... Le tutele (de)crescenti del Jobs Act

Rappresenta i cittadini extracomunitari a Palazzo degli Elefanti e dal 20 gennaio, giorno del giuramento, è il primo Consigliere aggiunto straniero nella storia di Catania. Si chiama Amal Eranga Warnakulasuriya Thissera e la sua relazione con il

Continua a leggere... Catania multietnica, parla il consigliere straniero

“Al termine di una lunga storia il lavoro è giunto al massimo della sua forza e della sua dignità. Oggi è sotto attacco, ma la difesa e la promozione del lavoro è insieme difesa dell’uomo, promozione della democrazia, e affermazione della libertà contro il potere.” Lanciando questo preoccupato appello, Raniero La Valle ha concluso, sabato […]

Continua a leggere... Raniero La Valle: attaccare il lavoro è attaccare la democrazia

del 4 novembre 2014 (di )

Dubbi sulla cosituzionalità degli accordi tra Governo italiano e USA, vizi e lacune nelle autorizzazioni, legittimità delle sanzioni contro gli attivisti. Queste e altre le questioni che verranno discusse nel convegno, MUOS e No MUOS a giudizio, che si terrà sabato 15 novembre nell’Aula delle Adunanze del Tribunale di Catania. Ce ne parla oggi Nello  […]

Continua a leggere... Avvocati in tribunale per il processo al Muos

Cosa accadeva a margine del Seminario del Gruppo Speciale Mediterraneo e Medio Oriente dell’Assemblea Parlamentare della NATO tenuto a Catania dal 2 al 4 ottobre? Cosa facevano i protagonisti del vertice quando non erano impegnati negli incontri ufficiali? A noi non è dato saperlo, tranne che per un episodio che oggi vi raccontiamo. Mentre, nel […]

Continua a leggere... Vertice Nato, Catania a stelle e strisce e Catania com’è

Mentre a Genova si continua a spalare il fango dell’ennesima alluvione provocata dal malgoverno del territorio e dal prevalere degli interessi della speculazione edilizia privata, c’è un disegno di legge presentato dal ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Maurizio Lupi in materia di governo del territorio che rischia di moltiplicare all’infinito queste

Continua a leggere... No alla legge Lupi, non regalate il territorio agli speculatori