Questa, dopo 35 anni, è l’ultima volta che sarò sul palco dei relatori, così Claudio Fava al termine del dibattito in occasione del premio nazionale di giornalismo “Giuseppe Fava – Niente altro che la verità. Scritture e immagini contro le mafie“. Premio che, quest’anno, è stato assegnato a Giovanni Maria Bellu, giornalista-scrittore, ex direttore del

Continua a leggere... Giuseppe Fava e il difficile cammino dell’antimafia

21 marzo, Bologna, giornata della memoria. Don Ciotti dal palco della manifestazione si rivolge al Parlamento italiano invocando l’introduzione del reddito minimo di cittadinanza. Una richiesta ripresa  poi dall’Associazione Libera  nomi e numeri contro le mafie con una petizione per il reddito di dignità (www.campagnareddito.eu)  e una

Continua a leggere... Reddito di cittadinanza, una richiesta di don Ciotti

del 21 marzo 2015 (di )

Dal 1996, il 21 marzo non è soltanto l’equinozio di primavera, è anche la “giornata della memoria e dell’impegno” in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, istituita da ‘Libera, Associazione Nomi e Numeri contro le mafie’, fondata il 25 marzo 1995 da

Continua a leggere... Libera, la memoria generi impegno

Ascoltare e raccogliere le esperienze di altre associazioni, ognuna con la propria identità, i propri riferimenti, le proprie competenze e passioni, essere il punto di coagulo di una rete in cui “le differenze diventano valore”. Questo è il cuore di ‘Libera, associazioni, nomi e numeri contro le mafie’, che festeggerà nel 2015 i suoi ‘primi’ […]

Continua a leggere... Libera, una ‘rete’ di associazioni per costruire speranza

“Io voglio essere responsabile, e tu?”. Con questo richiamo diretto all’impegno e al coinvolgimento personale, “Libera, associazioni, nomi e numeri contro le mafie” ha voluto caratterizzare a Catania la manifestazione tenuta il 21 mattina all’Auditorium “De Carlo” dell’ex Monastero dei Benedettini, in memoria delle vittime della mafia. Giovedì 21 marzo, primo giorno di primavera, per […]

Continua a leggere... Giornata della memoria, nasce il fiore della responsabilità

  COMUNICATO STAMPA       Il prefetto Giuseppe Caruso, direttore dell’Agenzia Nazionale Beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata ha lamentato in questi giorni esigue risorse e carenza di organico che non permettono di gestire appieno le immense aziende ed i tanti immobili sequestrati alle mafie. Un allarme rilanciato anche dal presidente di Libera, […]

Continua a leggere... SeL su Agenzia Nazionale Beni Confiscati alla mafia

del 5 novembre 2010 (di )

Denominatore comune, la lotta per la legalità e per la trasparenza. Questo il fil rouge che ha legato i tanti interventi dei relatori al convegno su “Il caso Catania e il ruolo dell’informazione” che si è tenuto a Catania, a palazzo Biscari, il 28 ottobre scorso. Inizia Renato Accorinti, leader della Rete No Ponte. Dice […]

Continua a leggere... Caso Catania e stampa, lotta per la legalità

Don Luigi Ciotti, presidente di Libera e del Gruppo Abele, dalle pagine di Liberainformazione lancia un appello. Firmarlo è un dovere morale. Ecco il testo dell’appello: “Tredici anni fa, oltre un milione di cittadini firmarono la petizione che chiedeva al Parlamento di approvare la legge per l’uso sociale dei beni confiscati alle mafie. Un appello raccolto […]

Continua a leggere... I beni confiscati alla mafia sono “cosa nostra”

del 24 marzo 2009 (di )

Piazza Castelnuovo 13: se andate a Palermo segnatevi questo indirizzo e andate a fare una capatina al negozio che da circa 10 giorni ha aperto i battenti. Ci troverete pasta, vino, miele, olio, legumi, conserve, ma non si tratta dei soliti prodotti industriali che si possono trovare in un qualsiasi bottega di quartiere. Vi accorgerete, […]

Continua a leggere... Sapori e saperi della legalità