In contrasto con l’idea che la legalizzazione della prostituzione possa maggiormente tutelare le donne, molte associazioni femminili, tra cui l’UDI di Catania, chiedono l’approvazione di una legge parlamentare che contrasti la domanda di prostituzione “attraverso la

Continua a leggere... Prostituzione, violenza e povertà annullano la libertà di scelta

del 31 luglio 2018 (di )

Legalizzare la prostituzione la renderebbe più sicura? Le donne sarebbero più tutelate? Il fenomeno si ridurrebbe? Nulla di tutto questo. Nella giornata internazionale contro la tratta, che ricorre il 30 luglio, un gruppo di

Continua a leggere... Prostituzione, legalizzare è davvero utile?

del 3 maggio 2018 (di )

Di Leda Antinori, staffetta partigiana, si è parlato a Catania il 18 aprile, in preparazione della festa della Liberazione. Per iniziativa de La Ragna-Tela, Le Città vicine e Catania Libri è stato, infatti, presentato il libro “Leda. La memoria che resta” di Anna Paola Moretti e Maria Grazia Battistoni, che hanno fatto un eccellente lavoro […]

Continua a leggere... Leda Antinori, una staffetta partigiana

E’ una forma di “discriminazione multipla” quella a cui sono soggette le donne e le ragazze con disabilità. Sarebbe auspicabile che fossero esse stesse a prenderne coscienza, a guardare con occhi diversi la propria vita, a percepire il doppio condizionamento che pesa su di essa, quello del genere e quello della disabilità. Non è tuttavia […]

Continua a leggere... I diritti delle donne con disabilità, no alla discriminazione multipla

del 31 ottobre 2017 (di )

‘Ringrazio Patrizia che ha permesso la pubblicazione di un libro senza errori‘. Chi ringrazia, a fine incontro, è Graziella Priulla autrice di “Viaggio nel paese degli stereotipi. Lettera a una venusiana sul sessismo”, pubblicato da Villaggio Maori, Catania. Se qualcuno avesse detto che

Continua a leggere... Priulla, gli stereotipi che odiano le donne

del 23 agosto 2017 (di )

Una biblioteca a disposizione dei rifugiati, nel centro di Atene, negli stessi locali in cui donne e bambini provenienti da Siria e Afghanistan sono ospitati in cinque appartamenti. Di questa esperienza, nata grazie ad una associazione greca di donne di varie nazionalità e riportata dall’Agenzia France Press, ci dà notizia l’Udi di Catania nel

Continua a leggere... Mediterranea, una biblioteca per i rifugiati

Aprire la terra e piantarvi un albero, possibilmente un albero da frutto perchè quest’albero dovrà ricordare una donna o un uomo che hanno dato frutto, hanno contribuito a rendere migliore il mondo con il loro impegno. E’ questa l’esperienza emozionante che hanno fatto i mille ragazzi coinvolti nel

Continua a leggere... Un giardino delle Giuste e dei Giusti in ogni scuola

del 9 marzo 2017 (di )

“Leggere la mafia da un’ottica di genere”. E’ lo sguardo di Simona Laudani, docente di Storia Moderna, che il 3 marzo 2017 ha presentato  agli studenti del dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Catania ed agli altri partecipanti, il laboratorio “Donne e Mafia” di cui Argo ha già parlato. Lo studio di genere permette, infatti, di analizzare il […]

Continua a leggere... Donne e mafia, non più ombre del boss

Non più solo gregarie, complici e conniventi, ma protagoniste della scena criminale, le donne scalano oggi i vertici della piramide criminale. Sono intestatarie di società a fini di riciclaggio di denaro sporco, praticano l’usura, gestiscono patrimoni, piazze di spaccio e business delle estorsioni. Di questo “nuovo, oscuro e drammatico rapporto tra donne, violenza ed ‘emancipazione‘”, […]

Continua a leggere... Donne protagoniste, dentro la mafia e contro la mafia

Duecento chilometri di marcia per la pace, dal Nord di Israele verso Gerusalemme. A marciare sono state – nello scorso mese di ottobre – quattro mila donne cristiane, musulmane, ebree, che la pace l’anno già fatta, tra loro, in quella terra martoriata. La marcia è durata 14 giorni ed è stata organizzata dal

Continua a leggere... Preghiera delle Madri, le ‘Donne per la Pace’ marciano cantando