Studiava pittura, Sofonisba Anguissola, come del resto le altre sorelle. Ma solo a lei toccò in sorte, per carattere, talento, o pura fortuna, di perseverare in quest’arte fino a conquistarsi una celebrità che dalla sua città, Cremona, si estese presto in tutta Italia e poi oltre i confini del paese. Destino quanto mai raro il […]

Continua a leggere... Dalla corte di Spagna alla Sicilia, la vita singolare di Sofonisba Anguissola

Piccoli gesti abituali con cui di fatto lasciamo una impronta, più o meno pesante, sull’ambiente. Abitudini che ci portiamo dietro senza pensare che sia possibile cambiarle ricavandone anche vantaggi, per noi oltre che per il pianeta. Per approfondire alcune

Continua a leggere... Viva gli assorbenti lavabili! La vera alternativa pratica e sostenible.

del 26 August 2019 (di )

Si definisce una femminista panafricana, ha 32 anni e si chiama Aya Chebbi, ha origine tunisina ed è attualmente portavoce della Gioventù in seno all’Unione Africana. In questi giorni in cui si

Continua a leggere... Il messaggio di Aya Chebbi al G7 di Biarritz

Dura solo 52′ minuti “Senza rossetto”, il cortometraggio realizzato da Silvana Profeta regista e antropologa visuale ed Emanuela Mazzina archivista, presentato alla libreria Prampolini di Catania il 29 aprile scorso. Questo docufilm, prodotto da

Continua a leggere... Le prime donne italiane al voto, ‘senza rossetto’.

A Catania Virdimura de Medico, a Mineo Bella di Paija, due donne mediche che operano in Sicilia tra il XIV e il XV secolo. Sono entrambe ebree e si occupano di “medicina fisica” la prima, di chirurgia la seconda. Le due figure professionali erano allora distinte in quanto basate su

Continua a leggere... Donne mediche ebree nella Sicilia del XV secolo.

In contrasto con l’idea che la legalizzazione della prostituzione possa maggiormente tutelare le donne, molte associazioni femminili, tra cui l’UDI di Catania, chiedono l’approvazione di una legge parlamentare che contrasti la domanda di prostituzione “attraverso la

Continua a leggere... Prostituzione, violenza e povertà annullano la libertà di scelta

Legalizzare la prostituzione la renderebbe più sicura? Le donne sarebbero più tutelate? Il fenomeno si ridurrebbe? Nulla di tutto questo. Nella giornata internazionale contro la tratta, che ricorre il 30 luglio, un gruppo di

Continua a leggere... Prostituzione, legalizzare è davvero utile?

Di Leda Antinori, staffetta partigiana, si è parlato a Catania il 18 aprile, in preparazione della festa della Liberazione. Per iniziativa de La Ragna-Tela, Le Città vicine e Catania Libri è stato, infatti, presentato il libro “Leda. La memoria che resta” di Anna Paola Moretti e Maria Grazia Battistoni, che hanno fatto un eccellente lavoro […]

Continua a leggere... Leda Antinori, una staffetta partigiana

E’ una forma di “discriminazione multipla” quella a cui sono soggette le donne e le ragazze con disabilità. Sarebbe auspicabile che fossero esse stesse a prenderne coscienza, a guardare con occhi diversi la propria vita, a percepire il doppio condizionamento che pesa su di essa, quello del genere e quello della disabilità. Non è tuttavia […]

Continua a leggere... I diritti delle donne con disabilità, no alla discriminazione multipla

del 31 October 2017 (di )

‘Ringrazio Patrizia che ha permesso la pubblicazione di un libro senza errori‘. Chi ringrazia, a fine incontro, è Graziella Priulla autrice di “Viaggio nel paese degli stereotipi. Lettera a una venusiana sul sessismo”, pubblicato da Villaggio Maori, Catania. Se qualcuno avesse detto che

Continua a leggere... Priulla, gli stereotipi che odiano le donne