Un grammo di cocaina si trova sul mercato per poche decine di euro, non sorprende quindi che un prezzo basso e una facile accessibilità abbiano fatto crescere anche a Catania il consumo di questa droga ‘performativa’, uno stimolante che migliora le prestazioni e che nasconde i danni alla salute generati dalla sua assunzione. Se ne […]

Continua a leggere... Cocaina a Catania, Libera e gli operatori a consulto

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE C.C. CATANIA PIAZZA LANZA – AREA TRATTAMENTALE – COMUNICATO STAMPA   Sabato 08.03.2014, dalle 9.30, avrà luogo per le detenute della Casa Circondariale di Catania Piazza Lanza, in occasione della celebrazione della Festa della Donna, un evento ormai tradizionalmente atteso non solo dalle donne recluse, ma, anche dal […]

Continua a leggere... Casa circondariale Piazza Lanza, evento in occasione della ‘festa della donna’

del 17 luglio 2013 (di )

Sovraffollato e fatiscente, questo nell’opinione pubblica è il carcere di piazza Lanza. Ma le cose stanno proprio così? Per conoscere quale sia l’attuale situazione della casa circondariale, abbiamo posto alcune domande ad Elisabetta Zito, che la dirige dal 2011 dopo aver svolto per anni il ruolo di vicedirettora. “Il carcere è ancora sovraffollato, anche se […]

Continua a leggere... Piazza Lanza, chi disprezza …vuol comprare

del 30 aprile 2013 (di )

“Una modica quantità di crimine” (ed. Colibrì), un libro del 2004, tradotto solo di recente in italiano, che tuttavia ci proietta non nel passato ma nel futuro, o forse nell’utopia di una società in cui i reati e il sistema penale siano ridotti al minimo. Lo ha scritto Nils Christie, un criminologo norvegese che lo […]

Continua a leggere... Nils Christie, squilibri sociali e crimini

del 5 dicembre 2012 (di )

Magistratura e carcere, vicine l’una all’altra nel nostro immaginario, sono spesso ancora due mondi lontani. Fino a poco tempo fa, i giudici non varcavano quasi mai la soglia del carcere e poco e nulla conoscevano della sua realtà. Adesso le cose cominciano a cambiare, a Catania per iniziativa del gruppo AREA (Magistratura Democratica, Movimento per […]

Continua a leggere... Adesso i magistrati “vanno in carcere”

del 23 marzo 2012 (di )

Una legge che riguarda gli ultimi, gli autori di reati “bagatellari”, cioè di piccoli reati, i tossicodipendenti trovati con una dose di hascisc in tasca, gli immigrati considerati ormai criminali per infrazioni “contravvenzionali”. E’ il decreto legge 211 del 2011 (convertito nella legge 9 del 2012)  che prevede un processo per direttissima per chi viene […]

Continua a leggere... Processi lampo per rispettare gli ultimi