Desertificazione. Questa parola aleggia come un avvoltoio su un cadavere in avanzato stato di putrefazione. Ed è la sensazione che si prova a leggere l’ennesimo de profundis che il Rapporto Svimez delinea sullo stato dell’economia del Mezzogiorno. Bastano poche cifre per dare un’idea della situazione: in termini di

Continua a leggere... Lo Svimez sul Mezzogiorno, la decrescita infelice

del 6 novembre 2013 (di )

Posteggiatori e ambulanti abusivi, ‘lape’ che raccolgono ferro, ladri di cavi elettrici e tombini di ghisa –i lavori di chi non ha un lavoro-, ma anche sale da scommesse e agenzie che offrono prestiti: le nostre strade, per chi li vuol vedere, offrono in quantità indizi della dilagante difficoltà, per tante persone, di sbarcare il […]

Continua a leggere... Rapporto SVIMEZ, sprofondo Sud

Il declino attuale e prossimo venturo della Sicilia lo si può leggere anche nel crescente numero di studenti siciliani che scelgono di intraprendere la faticosa via dei “fuorisede”. Più volte siamo ritornati sul fenomeno della nuova emigrazione dei giovani siciliani, spesso laureati, spinti dalla necessità di

Continua a leggere... Università siciliane, il deserto prossimo venturo.

Una ricerca sulla mobilità del lavoro realizzata da due economisti della Banca d’Italia, Mocetti e C. Porrello, ha dato concretezza ad un nuovo  fenomeno che è sotto gli occhi di tutti: la ripresa del flusso migratorio dal Sud verso il Nord sta coinvolgendo in modo sempre più massiccio i giovani meridionali più scolarizzati e, in particolare, i laureati. […]

Continua a leggere... Prima ti laurei, poi emigri e, all’occorrenza, ti licenzio

del 15 marzo 2009 (di )

Quanti nuovi posti di lavoro puliti potrebbe creare il sistema di imprese della Sicilia se disponesse di un miliardo di euro in più l’anno? Quanti giovani costretti ad emigrare per mancanza di dignitose offerte di lavoro potrebbe intercettare? Sono queste le domande che, con una buona dose di rabbia, sorgono leggendo le cifre, apparentemente fredde, sciorinate in un libro pubblicato […]

Continua a leggere... I costi dell’illegalità

Le cronache politiche siciliane di queste ultime settimane sono segnate, tanto per cambiare, da una interminabile guerra per bande tutta interna alla maggioranza di centro-destra, che stavolta ha come oggetto la ristrutturazione del sistema sanitario e la designazione dei nuovi dirigenti dei dipartimenti dell’amministrazione regionale. Chissà se questi nostri amministratori hanno avuto il tempo, fra un […]

Continua a leggere... Mentre la Sicilia affonda, a Palermo si discute (di poltrone)