E’ alta l’attenzione mediatica riservata alle terre – le nostre – in cui i migranti sbarcano, quasi assente quella per le terre di esodo. Esordisce così Daniela Melfa, del Centro studi CoSMICA, introducendo la tavola rotonda, da lei presieduta con garbo e competenza, su Migrazioni e Territorio, svoltasi

Continua a leggere... Tanti Stati ipocriti dietro le guerre e le migrazioni

Turchia, a pochi chilometri dal confine siriano. E’ qui che si trova il nostro amico Giovanni Sciolto, operatore umanitario, blogger dalla prosa poetica, esploratore delle marginalità umane e sociali, ieri a Catania, oggi in altre parti del mondo. Prima di essere mandato presso il confine siriano dalla ONG per cui lavora, è stato per circa un […]

Continua a leggere... I “Fuochi” accesi nelle notti di Giovanni Sciolto

del 11 maggio 2013 (di )

Quindici giorni a casa, a Catania, in Italia. Una pausa di riposo per Giovanni Sciolto, che lavora per una ONG, in Sud Sudan, alla organizzazione degli aiuti umanitari, a contatto con la polvere, la miseria, la guerra, la morte. Il suo stare dalla parte degli ultimi, tuttavia, non ammette riposo, necessita di incontri con chi […]

Continua a leggere... Le radici profonde dell’integrazione

Dieci studenti attorno ad un tavolo, tre professori e 40 minuti di ritardo. Inizia così il secondo di tre incontri organizzati, alla facoltà di Scienze Politiche, da CoSMICA (Centro per gli studi sul Mondo Islamico Contemporaneo e Africa) in collaborazione con il corso di laurea Global Politics and Euro-Mediterranea Relations e dedicati al racconto delle […]

Continua a leggere... Un cooperante catanese tra i rifugiati del Sud Sudan

Si trova in Sud Sudan il nostro giovane amico, Giovanni Sciolto. Lavora con una ONG che si occupa di progetti sanitari e di protezione nei campi rifugiati, in piena guerra. Di questa sua esperienza ha scritto sul suo blog, Il ghetto dei fenicotteri, poche righe con ritmo sincopato. Più efficaci di

Continua a leggere... L’inferno in un elenco, corrispondenza dal Sud Sudan

del 16 maggio 2012 (di )

Ancora un altro splendido racconto di Giovanni Sciolto, bello, purtroppo, quanto vero, pubblicato sul suo blog Il ghetto dei fenicotteri.  Sono testimonianze della sua condivisione con la Catania degli “ultimi”, quelli che vivono nella nostra città ma che noi non vediamo o, forse, non vogliamo vedere. Fissando la sua enorme cicatrice sul costato, non posso […]

Continua a leggere... La Catania delle lumache

Brevi flash di immagini e spezzoni di storie. Così Giovanni Sciolto parla del CARA di Mineo nel suo blog, Il ghetto dei fenicotteri. Nessuna posizione ideologica, nessuna retorica. Ma è come entrare lì dentro anche noi e conoscere e capire chi ci vive, da mesi. Oltre i canti e i balli. Oltre i tamburi e […]

Continua a leggere... Storie, vite di uomini, all’ombra del Cara di Mineo

Non arrivano solo con le carrette del mare, e non sempre sbarcano a Lampedusa. Come meta hanno comunque l’Europa e il primo approdo è quasi sempre l’Italia, spesso la Sicilia. Soprattutto quando si viene dal Maghreb e si cerca un nascondiglio sotto il rimorchio di un camion. Non parliamo di ipotesi, e nemmno della

Continua a leggere... Ragazzi in fuga dal Maghreb, sotto i rimorchi

del 6 giugno 2011 (di )

Addentrarsi nel labirintico e affascinante mondo dei blogger tunisini che hanno alimentato l’onda rivoluzionaria degli ultimi mesi. Un’esperienza multipolare che dalle aule universitarie della Facoltà di Scienze Politiche di Catania mi ha catapultato nel profondo Sud della Tunisia, tra partiti politici pirata, pseudonimi e doppie identità. Fino a seguire la resistenza libica in una casa […]

Continua a leggere... Redeyef-Catania, sullo stesso meridiano

del 11 maggio 2011 (di )

Ancora un’incursione del nostro Giovanni Sciolto, giovane volontario del Centro Astalli sulle orme di Fabrizio Gatti. Stavolta è salito sull’autobus per Siracusa ed è sceso a Cassibile, alla ricerca dei ruderi che ospitano un gruppo di sudanesi. La sua guida è Madou che viene dalla Libia. Gli mostra “l’ormai inutilizzato C.A.R.A. di Cassibile all’interno del […]

Continua a leggere... A Cassibile in cerca dei Sudanesi