del 27 settembre 2016 (di )

Non è detto che l’editore Mario Ciancio Sanfilippo possa evitare il processo per concorso esterno all’associazione mafiosa. La Cassazione (quinta sezione penale) ha infatti annullato la sentenza di “non luogo a procedere” emessa, il 21 dicembre dello scorso anno, dal giudice dell’udienza preliminare (Gup) Gaetana Bernabò Distefano. Una sentenza su cui

Continua a leggere... Ciancio, Cassazione boccia proscioglimento

del 19 marzo 2016 (di )

Non ci stanno Gerlando e Dario Montana, fratelli di Beppe, ucciso dalla mafia nel Palermitano, a Santa Flavia nel 1985. Assistiti dall’avvocato Goffredo D’Antona, hanno presentato ricorso contro la sentenza con la quale il Giudice per le indagini preliminari ha disposto il non luogo a procedere nei confronti di Mario Ciancio per il reato di […]

Continua a leggere... I Montana contro la sentenza Ciancio

Non luogo a procedere per Ciancio perchè il concorso esterno in associazione mafiosa non è previsto dal nostro ordinamento. Questo è uno dei passaggi fondamentali del ragionamento attorno a cui ruota la lunga e argomentata sentenza della giudice Gaetana Bernabò Distefano. Da un punto di vista “sostanziale”, però, come ella stessa specifica nel corso della […]

Continua a leggere... Sentenza Ciancio, diritto formale e diritto sostanziale