Un esempio di integrazione perfetta? A Mazara del Vallo, a Riace, a Caulonia? No, all’Istituto Penale Minorile di Bicocca dove il sogno dell’armonia dei popoli di differenti culture e religioni pare finalmente realizzarsi. Un laboratorio musicale proposto dall’associazione Baco da Seta, un

Continua a leggere... “Assettiti Mohammad”, l’integrazione abita a Bicocca

In prima battuta, a solleticare la curiosità del lettore sono i dati che documentano l’ignoranza dei contenuti della propria religione cattolica, che pure l’86% della popolazione italiana dichiara ancora di professare. Uno per tutti: il 70% degli italiani non ha mai letto individualmente la Bibbia. Ma, pur trattandone, non è questo l’oggetto proprio del volume […]

Continua a leggere... L’analfabetismo religioso in un’Italia che sta cambiando

Alcuni di loro si fanno chiamare Ragazzi di Catania e lo sono davvero perché sono nati a Catania, perché parlano l’italiano e anche il dialetto catanese ma le leggi italiane non li vedono così. Sono immigrati di seconda generazione e domenica 16 giugno hanno sfilato per le vie delle città dell’Etna e dato vita, insieme […]

Continua a leggere... Unicef, a Catania la festa multietnica dell’amicizia

del 28 July 2010 (di )

L’efficacia di un gruppo organizzato che si propone di venire incontro ai bisogni degli immigrati si misura dalla sua capacità di adattare le strategie di

Continua a leggere... Come cambia il Centro Astalli

Sono 30 gli arrestati a Rosarno per sfruttamento e riduzione in schiavitù degli immigrati nell’agricoltura. Un’indagine, avviata all’inizio di quest’anno, a seguito della rivolta degli extracomunitari, ha reso palesi e non più occultabili le condizioni in cui gli immigrati erano costretti a lavorare: 10-25 euro per 12-14 ore di lavoro al giorno (1 euro per […]

Continua a leggere... Dalla Campania alla Sicilia: sfruttamento nero

del 16 April 2010 (di )

E’ un progetto proposto da un Ente pubblico (Provincia Regionale di Catania), con partners solo pubblici (Ufficio Provinciale del Lavoro, Comune di Catania, ASP di Catania, Camera di Commercio e Università), denominato CLAIM (Cittadini Lavoratori Immigrati), finanziato con fondi UNRRA (Amministrazione delle Nazioni Unite per l’assistenza e la riabilitazione) e finalizzato a favorire l’accesso ai […]

Continua a leggere... Integrazione sociale degli immigrati

Una cosa è emersa subito, che il volontariato deve contare sulle sue forze e non sul contributo pubblico. Lo ha evidenziato il dibattito nato all’interno del seminario sull’assistenza agli extracomunitari e sull’attivazione di servizi a favore di immigrati, approfondimento tematico sul tema della solidarietà che si è svolto nell’ambito dell’iniziativa degli Stati Generali della città […]

Continua a leggere... Migranti, sei proposte dagli Stati generali di Catania

del 31 July 2009 (di )

Il “pacchetto sicurezza” è una legge che nasce per fermare l’ingresso in Italia di quanti scappano dalla guerra, dalla povertà, dalla fame, dalle persecuzioni, da un’inaccettabile condizione sociale. Ma se a queste persone viene negato: – il diritto di

Continua a leggere... NO AL PACCHETTO SICUREZZA!

del 11 May 2009 (di )

Che i centri “di accoglienza” della nostra bellissima Lampedusa fossero disumani ce lo hanno detto in molti: osservatori, volontari e giornalisti (in primis Fabrizio Gatti, fintosi clandestino). Adesso, senza finzioni, si chiamano CIE (Centri di identificazione e di espulsione). Ma perché espellere, se possiamo evitare che approdino? Nessuno saprà se, tra coloro che volevano entrare, […]

Continua a leggere... Nessuno è innocente

Le istituzioni tengono conto del volontariato solo come fiore all’occhiello. Non lo valorizzano, non lo premiano, non gli danno visibilità né riconoscimenti. Una conferma di ciò è venuta il 5 dicembre scorso all’Hotel Nettuno quando è stato presentato il bilancio sociale delle AUSL 1 di Agrigento e 3 di Catania, con il nuovo modello di […]

Continua a leggere... Volontariato, fiore all’occhiello delle istituzioni