Non solo salvataggi in mare e ricerca di porti sicuri. Le ONG, Organizzazioni non governative, principali destinatarie della politica salviniana dei porti chiusi e additate all’opinione pubblica come complici dei trafficanti di uomini, si dedicano in realtà a

Continua a leggere... Tuttu u munnu è paisi, una festa per l’inclusione

E’ proprio vero che il lavoro fatto dai ragazzi di Monte Po, fianco a fianco con i volontari di Mani Tese, fino a due anni fa, non è andato perduto. Non c’è solo la speranza che qualcosa sia

Continua a leggere... I ragazzi di Monte Po, ripensare il passato per costruire il futuro

del 14 maggio 2017 (di )

Sapori e musica interculturali hanno concluso, sabato sera, la ‘giornata aperta’ di Fieri (Fabbrica Interculturale Ecosostenibile del Riuso), il progetto finanziato dalla Fondazione per il Sud per favorire l’inserimento sociale e lavorativo degli immigrati nelle regioni meridionali. Un appuntamento importante, quello di sabato scorso, che ha consentito alla città di

Continua a leggere... FIERI, laboratori ‘en marche’

Mobili, elettrodomestici, biciclette, giocattoli destinati ad essere buttati via. Sta nascendo da questi ‘rifiuti’, creativamente trasformati in altri oggetti da immettere sul mercato, il progetto di upcycling FIERI (Fabbrica Interculturale Ecosotenibile del Riuso). Un progetto “esemplare” che la Fondazione con il Sud ha selezionato all’interno della propria Iniziativa Immigrazione, un bando del 2014 per favorire […]

Continua a leggere... FIERI, un progetto esemplare per contrastare spreco ed emarginazione

Una presenza viva nel nostro territorio, sempre attenta a ricordare i valori della solidarietà e del rispetto dell’ambiente. Parliamo di Mani Tese, l’associazione della quale più volte Argo si è occupato, sia per l’impegno profuso nel quartiere di Monte Po sia per il mercatino dell’usato, attivo ormai da anni nella sede di Via Montenero 8. […]

Continua a leggere... Mani Tese, un mercatino dell’usato più ‘aperto’

Da oggi la città perde uno dei suoi motivi di vanto. Si chiude l’esperienza dei volontari di Mani Tese a Monte Po, dopo 14 anni di impegno attivo nel quartiere e di bellissime occasioni offerte ai ragazzi che hanno vissuto, insieme ai volontari, momenti unici di alto valore educativo. Fare tornare in vita, contando sulle […]

Continua a leggere... Mani Tese a Monte Po, un passo indietro senza perdere la speranza

Il montaggio della tenda è già un’avventura, un ‘gioco di squadra‘ che richiede anche disciplina e capacità di coordinamento. Sono stati stabiliti i turni per custodirla, anche di notte, e c’è stata la fase dell’arredamento, la disposizione di

Continua a leggere... Monte Po, il ritorno della tenda e del mercatino

Non è stato un incontro occasionale. Dopo l’iniziale partita tra i ragazzi del campetto di Monte Po e un gruppo di giovani migranti africani, c’è stato un torneo a squadre miste di cui Argo ha parlato qualche giorno fa. Una bella esperienza di abbattimento delle barriere culturali e linguistiche, ma non è tutto. Da mercoledì […]

Continua a leggere... Ogni mercoledì, ragazzi di Monte Po e migranti si incontrano al campetto

In un’Europa ancora scossa dagli attentati di Parigi, tra reazioni a caldo più o meno stereotipate e moralismi più o meno opportuni, ci si trova inevitabilmente a riflettere sullo stato del processo d’integrazione. Più integrazione o meno integrazione? Più barriere o meno barriere? Un dibattito che, più che scendere nel concreto, si nutre di dichiarazioni […]

Continua a leggere... ‘Mbare, change!’. A Monte Po l’integrazione si fa in un campo di calcio

Nutrire il pianeta ma solo a parole. Expo 2015 a Milano ha mostrato le lacune e le contraddizioni del sistema: molto spazio alle multinazionali e poco alle cause e ai rimedi della fame nel mondo determinata da profonde diseguaglianze e dall’esclusione dei popoli dall’accesso, dalla gestione e dal controllo delle risorse naturali, acqua, terra , […]

Continua a leggere... Expo dei popoli rapinati di acqua, terra ed energie