Non l’ennesima petizione per riportare un problema all’attenzione generale ma due richieste precise per chiedere al governo di rimediare alle storture della 107 (Buona Scuola). La petizione di cui parliamo oggi riguarda la stragrande maggioranza dei circa 65.000 docenti assunti con il piano “straordinario” del 2015, ma dovrebbe – a nostro parere – essere firmata […]

Continua a leggere... Buona scuola e insegnanti esiliati, una storia esemplare

del 31 ottobre 2016

Più di duecento tra docenti e personale tecnico, amministrativo e ausiliario (Ata) hanno partecipato, a Catania, al convegno di formazione/aggiornamento su: Identità culturale e sociale della funzione educativa dopo la legge 107/15, la cosiddetta Buona Scuola, promosso dal Centro Studi per la Scuola Pubblica (CESP) e dai Comitati di Base della Scuola (COBAS). Un importante […]

Continua a leggere... Scuola, c’è chi non si arrende

del 22 dicembre 2014

Aver fatto della precarietà la regola. Con questa motivazione, il 26 novembre, la Corte di Giustizia Europea ha condannato l’Italia. Reiterata più volte nel corso degli anni, questa pessima pratica ha fatto sì che centinaia di migliaia di docenti e personale ATA abbiano lavorato su posti che erano vacanti con contratti a termine e non […]

Continua a leggere... Scuola, dall’Europa stop alla precarietà

“Non amarmi da morire, AMAMI DA VIVERE”. Le frasi si formano sugli schiocchi di WhatsApp, una dopo l’altra, e il dialogo si snoda sull’Iphone, fino a quest’ultimo perentorio imperativo di condanna alla violenza sulle donne. Con il corto ”Love me to live”, ultimo lavoro cinematografico dell’IIS ‘Vaccarini’  contro il femminicidio, gli alunni dell’Istituto hanno vinto […]

Continua a leggere... Love me to live, parole nuove per raccontare l’amore

del 19 ottobre 2013

Non poteva mancare, all’interno del convegno “La scuola senza qualità”, promosso dal Cesp (Centro Studi per la Scuola Pubblica) e dai Cobas Scuola, un’attenzione particolare al tema del Sostegno, su cui è intervenuto Didier Pavone, docente della scuola secondaria superiore di secondo grado e componente della Rete Precari Scuola Sicilia. L’intervento educativo rispetto agli

Continua a leggere... Scuola senza qualità, il sostegno negato

Il 9 settembre del 2013 il Consiglio dei Ministri ha abrogato la norma che prevedeva il passaggio obbligatorio dei cosiddetti “docenti inidonei” nei ruoli amministrativi della scuola. Stiamo parlando di quei docenti che, per gravi motivi di salute, non essendo più in grado di insegnare sono utilizzati in compiti di supporto allo sviluppo dell’attività didattica […]

Continua a leggere... Docenti ‘inidonei’, abrogata la norma della vergogna

del 21 dicembre 2012

“In una rete di computer, è possibile cancellare dei file situati sull’Hard Disk di un’altro computer?” (MIUR, Modulo selezionato: n° 65). Magari, al MIUR e dintorni, sono un po’ sfortunati, ma com’è possibile che ogni volta che viene fatta una preselezione attraverso test (concorso per dirigenti scolastici, per personale docente all’estero, per l’accesso al

Continua a leggere... Un’altro (sic!), il MIUR ci ricade

E’ un’estate bollente per coloro che aspirano a fare gli insegnanti. I test per l’ammissione al TFA (Tirocinio formativo attivo), prima tappa di quella specie di gioco dell’oca, incrociato con un adrenalinico gioco del

Continua a leggere... La tragicommedia dei test di ammissione al TFA

del 10 agosto 2012

Gli inidonei sono quei docenti della scuola statale che, per gravi motivi di salute, così come previsto dalle norme vigenti, hanno dovuto abbandonare le proprie classi per occuparsi di attività connesse con la didattica. Ce ne sono alcuni anche a Catania, attualmente impegnati in biblioteche scolastiche, laboratori didattici, ecc.. Con la ben nota, per molti […]

Continua a leggere... Docenti inidonei, non inutili

Tempi sempre più difficili per gli studenti diversamente abili. La Gelmini aveva drasticamente ridotto le ore di sostegno, l’attuale Governo pensa di mandare in aula docenti non specializzati. Con il Decreto Direttoriale 7/2012 si è infatti messo in moto un più che discutibile

Continua a leggere... Sostegno a scuola, diritto in via di estinzione