del 17 settembre 2012 (di )

Un’espressione pittoresca ritorna spesso nei discorsi riguardanti l’economia siciliana: desertificazione industriale. Ce n’è per tutti e per tutti i gusti: la Keller di Carini, la Fiat di Termini, la Nokia di Catania, l’Enel di Gela, la Fincantieri di Palermo, il distretto dell’abbigliamento di Bronte, il distretto agroalimentare del Val Dittaino, e poi ancora le dismissioni […]

Continua a leggere... C’è un futuro per l’industria in Sicilia?