L’hanno definita la prima strage di stato dell’Italia repubblicana. La madre di tutte le stragi. Era il primo maggio del 1947 quando la banda di Salvatore Giuliano aprì il fuoco sui contadini e sugli operai che si erano raccolti a Portella della Ginestra per dare vita alla festa dei lavoratori che in Sicilia, come nel

Continua a leggere... In un filmato il vero bandito Giuliano, autore della strage di Portella

del 1 May 2013 (di )

Ricordiamo quest’anno, nella ricorrenza del primo maggio, l’eccidio di Portella delle Ginestre riproponendovi due poesie di Danilo Dolci ispirate a questo luogo e a questo evento. GINESTRA DI PORTELLA Resistente ginestra flessuosa tenacemente dalle cince esili

Continua a leggere... Danilo Dolci e le ginestre di Portella

“E li morti sunnu vivi / li tuccati cu li manu / cu murìu a la Purtedda / fu la mafia e fu Giulianu!” sono le parole di speranza con cui Ignazio Buttitta conclude il componimento dedicato ai morti di Portella delle Ginestra, uccisi -nel tragico primo maggio del 1947- dal fuoco aperto sulla folla […]

Continua a leggere... Ignazio Buttitta, “La straggi di Purtedda di la Jnestra”

Ezio Donato lo presenta come una guida che serva non a trovare luoghi ma a perdersi nell’illusione del cinema. Nell’introduzione di Sergio Gelardi, presidente di Cinesicilia, viene descritto come un libro che ci “guida tra i segni e i sogni, di celluloide e non solo, che popolano la Sicilia cinematografica e la sua storia”. Insomma […]

Continua a leggere... La Sicilia è fotogenica, meglio, “cinegenica”

del 1 May 2010 (di )

Il “dovere della memoria” a  63 anni dalla strage di Portella della Ginestra Sulla strage di Portella della Ginestra  leggi la ricostruzione di Umberto Santino che puoi trovare anche sul sito del Centro Siciliano di Documentazione “Giuseppe Impastato”

Continua a leggere... 1° maggio